sabato 22 dicembre 2012

Il mondo è finito e nessuno mi ha avvertito

... così sono qui a scrivere nel blog.
Come, scusa?
Ah, non è finito, quindi.
Mi pareva. Mi sono svegliato stamattina e tutto mi è sembrato reale, solido, concreto come prima. Allora non era solo una mia impressione.
Insomma, il mondo sta andando avanti come prima. L'umanità sta proseguendo lungo il suo cammino, che la porterà all'autodistruzione, certo, ma sicuramente non oggi.
Ma chissà che non sia finita una volta per tutte 'sta buriana che hanno piantato i media negli ultimi 2 o 3 giorni. Chissà che trasmissioni di merda come Mistero non se ne vadano a piantar cipolle. Chissà che non la si pianti di tritare i cabasisi su porcate come questa. Chissà.

venerdì 21 dicembre 2012

Fine di 'sta cippa

Con 'sta storia della fine del mondo ormai mi stanno scartavetrando i cojones alla grande. I media non parlano d'altro. Ma si può? Cioè, allora, distruggiamo 'sto porco mondo una volta per tutte, almeno tutti quanti la pianteranno di smenarla! Ecchepalle!

N. B.: Pubblico qui una vignetta di Nico Pillinini su 'sta merda di profezia falsa come una moneta da 3 euro.


giovedì 20 dicembre 2012

Il Sistema all'Italiana colpisce ancora

Guardate un po' quanti dinosauri chiedono la deroga al limite imposto dal loro partito per ricandidarsi.
L'ultima a mia conoscenza: Rosy Bindi, uno dei dinosauri più antichi, e fervente sostenitrice (in passato) del limite di 3 mandati imposto dal PD=PorcoD**. Adesso si appresterebbe a ricandidarsi per il sesto, alla facciazza delle proprie stesse idee!
Cioè: se avessimo avuto bisogno di un'ulteriore conferma che siamo in Italia, eccola. Questo è il famigerato Sistema all'Italiana: la legge è giusta, ci dev'essere, va fatta applicare... agli altri. Ognuno di noi, dentro di sé, si sente automaticamente esentato dall'applicazione della legge. Considerate un po':
- Quanta gente c'è in giro che prende una multa per un'infrazione al codice della strada (quasi sempre le solite 2 o 3 infrazioni: divieto di sosta, passaggio col rosso, roba di questo genere) e poi va a lamentarsi, a presentare ricorsi, addirittura a minacciare denunce, perché sì, è vero che lì non poteva lasciare la macchina o passare col rosso (o altro) "ma erano solo cinque minuti", "ma ci va un po' più di tolleranza" "ma nell'incrocio non c'era nessuno" eccetera.
- Quanti di fronte al conto presentato da un libero professionista "Fa X senza fattura, con fattura farebbe Y=X+40% minimo" prendono l'alternativa che costa meno, avallando così il fenomeno dell'evasione fiscale e non considerando che le tasse non pagate da quel libero professionista saranno loro a pagarle.
- Quanti sono a protestare contro l'iniquità del fisco e alla prima occasione evadono loro stessi le tasse (tanto per tornare al discorso precedente...).
- Quanti ultracinquantenni sono pronti a criticare aspramente, al punto di augurare loro la morte dopo lunga tortura, i pedofili e poi vanno a fare le vacanze in Thailandia solo per andare a letto con le prostitute dodicenni. (Aspetto culturale o no, non è giustificabile, soprattutto perché i thai mettono in piedi questi giri di prostitute appena entrate nella pubertà proprio per i ricchi pancioni occidentali che portano un mucchio di soldi.)
- Quante volte politici e grossi industriali, coinvolti in giri di mazzette, si difendono dicendo "Io non ho fatto niente di grave" e, soprattutto, "Ma lo fanno tutti".
Cioè: si possono condannare a priori questi dinosauri che insistono a voler rimanere in politica senza condannare l'intero sistema di cui fanno parte? Non è che sono dei marziani o delle creature venute fuori dalla googolesima dimensione: sono italiani proprio come noi, e sono stati messi lì dal voto di italiani proprio come loro. Come si pensa di riuscire a liberarsi dei dinosauri (vedrete che fra un po' anche D'Alema tornerà a ricandidarsi) se nessuno ha intenzione di mettere mano a un sistema marcio fin dalle radici? Se anche si riuscisse a impedire loro di ricandidarsi, poi verrebbero sostituiti da personaggi della stessa risma, solo un po' più giovani. Se vogliamo buttare nel cesso vent'anni di pessima politica, dobbiamo buttare nel cesso il Sistema all'Italiana, che come aspetto culturale è esecrabile esattamente come la prostituzione delle dodicenni n Thailandia.

lunedì 10 dicembre 2012

La mummia ritorna

(Immagine da Libération, grazie Non leggere questo blog!)


(N. B.: "Ritorna" è per andare a tono col giornale francofono. Qualcuno ha mai creduto che il nano bastardo avesse dato forfait? Coi conti delle sue aziende in rosso, da salvare come al solito a spese degli italiani, e coi suoi guai con la giustizia, da schivare con le solite leggi ad minchiam? Il caro alf-sukalano s'illudeva che il suo grande padrone lasciasse a lui le redini della situazione: poveretto. Alf-sukal'ano è nato per fare il lecchino e lecchino morirà.)

E lo sprèèèèd vola. Ma chissefrega dello sprèèèèd. Il piddì anche stavolta è riuscito a regalargli la poltrona (be', chiunque avesse vinto in ogni caso gliel'avrebbe regalata: il piddì è sempre il piddì, c'è poco da fare). Non che con il dimissionario Avvoltoio si stesse meglio; ma almeno all'estero si cominciava a non perculare più troppo il popolo italiano a suon di bunga-bunga. E adesso? Altri mesi o anni di Italia a rotoli, di pessime figure internazionali, di gente che forse magari emigrerà in massa (e solo perché, lo ribadisco, non siamo in grado di mettere in piedi una rivoluzione come si deve)? Oppure la Nera Signora finalmente si ricorderà che deve andare a prendere con estrema urgenza il nano bastardo?