martedì 30 aprile 2013

Il programma (?) del nuovo (???) governo (?????????)

Dunque, cos'abbiamo, oltre al Punto Fermo Numero Uno, salvare il culo a quel personaggio che mi sono strarotto di nominare anche solo con un soprannome:
- Lavoro e pensioni, sanità, cultura, trasporti: non pervenuti.
- Leggi sulla corruzione e sul conflitto d'interessi: non pervenute, ma guarda un po'. Sarebbe come chiedere a Hannibal Lecter o Jeffrey Dahmer di approvare un aggravamento delle sanzioni contro il cannibalismo.
- Riduzione della pressione fiscale, sia per i cittadini sia per le imprese: non pervenuta.
- Stop alla rata di giugno della famigerata IMU. Questo sì. Ma è la mossa propagandistica dell'essere abominevole citato all'inizio, oppure si tratta di rivalutare questa tassa-tartassa per renderla un po' più equa e meglio distribuita? Visti gli elementi che ci sono lì dentro, propenderei per la prima ipotesi.
- Tagli di spesa ad minkiam, guarda caso sempre sui soliti settori.
- Misure per svincolare l'Italia dalla tirannia degli istituti finanziari e permetterle di avanzare sulle proprie gambe: non pervenute.
- Annullamento di quel "patto di sta(minkia)bilità" che non permette nemmeno agli enti pubblici più virtuosi di pagare i loro debiti con le imprese: non pervenuto.
- Qui ci potremmo aggiungere quelle che, a sentire i grUllini, buoni a banfare come locomotive a vapore ma molto meno a mettere in pratica le loro banfate, sono delle priorità assolute senza le quali l'Italia crolla (tsè: una gocciolina fine fine a confronto con l'oceano): riduzione di emolumenti, privilegi, vitalizi, rimborsi elettorali, bli, blo e bla. Non perverranno mai, a quanto pare nemmeno da parte dei grUllini, che come si sono trovati col culo posato su una Sacra Poltrona ci si sono avviticchiati con tutti i tentacoli e approfittano a piene mani di tutti questi soldi in più che entrano nelle loro saccocce.
- Lotta contro la criminalità, l'evasione fiscale, ecc.: non pervenuta. Vedasi al secondo punto.
Ecco, tutto ciò è il "programma" messo in piedi da Enrichino il Cadaverino (46 anni? Napolitano che ne ha 88 sembra più giovane di lui! E, naaaa, non è malato, almeno non a conoscenza di gran parte della gente: è solo che li porta davvero male.). Questo "governo" otterrà soltanto quello che è il suo dichiarato scopo, il Punto Fermo Numero Uno che ho citato; poi verrà sciolto, si andrà a nuove elezioni, e saranno cazzi amari per l'Italia - e come si sa non c'è mai limite al peggio.
In poche parole: quel che voleva fare Berlinguer assieme a Moro era un vero "compromesso storico", questo coso amorfo che hanno messo su nei libri di storia passerà come "inciucio" e decreterà una volta per tutte la fine della repubblica in Italia. Ma, visto quanto siamo incapaci di far funzionare quella democrazia che all'estero ottiene risultati decenti, forse un nuovo regime fascista ce lo meritiamo in pieno.
(O ve lo meritate. Ho diramato curriculum all'estero e sono soltanto in attesa che qualcuno mi chiami per abbandonare definitivamente questa terra morta.)

Nessun commento: