martedì 23 aprile 2013

Perché sono sempre più convinto che il mio sia un popolo di cazzoni

(N. B.: raramente mi lascio andare a 2 post in una giornata; ma questo andava pubblicato finché è bello fresco; domani mattina me ne sarei già dimenticato alla grande).
Perché cazzarola vogliamo i cambiamenti e poi rimettiamo al timone sempre gli stessi? Perché siamo delle emerite teste di stracazzo bollito. Questo episodio poco c'entra con la politica, ma spiega tante cose.
Ci lamentiamo che i treni sono sempre in ritardo; bestemmiamo in tutte le lingue che conosciamo (cioè: a malapena una) se il treno su cui ci troviamo passa 2 minuti dopo l'orario previsto a cazzeggiare in stazione prima di partire. Tiriamo giù tutti i santi mai canonizzati da qualunque religione quando il treno che aspettiamo viene annunciato con cinque, dieci, o venti minuti di ritardo. Ci incazziamo come un intero branco di iene incazzate quando un ritardo del treno ci fa perdere la preziosa coincidenza (mazzata anche a Trenimerda, ovviamente, perché non possono piazzarti una coincidenza a 3 minuti di distanza dall'orario previsto di arrivo del tuo treno. Ma tant'è.) Insomma, condanniamo tutto il personale di Trenimerda a soffrire di acufeni perenni, anche meritatamente, mi va bene.
E poi degli amici mi passano un commento del genere che segue, preso da qualche socialcoso (Faccialibro, probabilmente). 

Treno autisti e controllori compresi un branco di cazzoni!!!! Vedono k arriva una fila di ragazzi di corsa k ti viene incontro e tu parti?! Beh siete dei grandissimi pezzi di merda!!!! Tanto voi i soldi dell'abbonamento li avete già intascati!! No comment 

Magari il treno era già in ritardo di suo, riescono ancora a perderlo e poi si lamentano. Dopo non venitemi a dire che non ci meritiamo di finire nella merda più totale!

Nessun commento: