giovedì 18 aprile 2013

Sì, sono davvero troppo ottimista

No, in realtà adesso mi è tornato il buono e sano realismo che mi ha sempre contraddistinto.
Adesso a sbagliare un rigore a porta vuota, però, è lo smacchiatore di giaguari, mica i grUllini. Cioè: Marini? Tutti compatti a votare Marini? Almeno Vendola ha già detto di no, bontà sua; ma non basteranno i suoi tre voti e mezzo a sconvolgere l'andamento di questa boiata. I grUllini, almeno, potrebbero decidere di votare Rodotà dopo la rinuncia dei primi due classificati alle loro scemenzarie. Ma nemmeno loro basteranno, visto che lo smacchiatore di giaguari ha completamente tirato fuori porta, inciuciando col Partito Dei Ladri per arrivare al nome di Marini (e meno male che non ha puntato su Amato...). Questo vorrà dire due cose:
a) Suicidio politico del piddì. Dopo questa ennesima vaccata per il piddì canteremo il De Profundis. Alla fine a Renzi riuscirà il suo gioco: traghettare il piddì senza la elle verso quello con la elle, e garantire al nano bastardo la vittoria fino alla sua morte, per poi raccoglierne l'eredità - e attenzione: Renzi è la versione intelligente del nano bastardo, quindi prepariamoci al ritorno in grande del fascismo.
b) Avremo, a meno di un miracolo, un presidente ben lontano dal meritarsi le maiuscole. A meno che i vendoliani non riescano a convincere i piddini a ignorare i diktat dello smacchiatore di giaguari e a votare in modo autonomo, serio e responsabile. Probabilità che ciò accada? Bah, forse faccio prima a fare 6 quattro volte di seguito al superenalotto.

Aggiornamento
Facendo un conto della serva: p2l, sega nord, piddì (che segue i diktat più che dello smacchiatore di giaguari, di Baffino in persona), quasi tutti i delegati regionali compatti per Marini. Vendoliani, grUllini, quasi a sorpresa i renziani (ma già, dato che c'è una lotta interna tra quei due, il Renzotto non può in alcun modo appoggiare lo smacchiatore di giaguari), qualche dissidente qua e là per Rodotà. Spero che riescano a smentirmi, ma ormai non ci conto più: abbiamo un presidente pro-nano bastardo. E grazie all'inciucio, il nano bastardo stesso come capo del governo. Questa è una certezza ormai praticamente matematica. Scrivete pure la parola FINE su quel lungo film chiamato democrazia: siamo ufficialmente sotto regime fascista.
Di nuovo.

N. B.: non sono stato facile profeta? Ma temo proprio che la spiegazione sia quella che ho espresso nel commento a questo post su Non leggere questo blog.

Riaggiornamento
Marini non è passato al primo turno. Non troppo stupefacente se si pensa che molto probabilmente (non sono riuscito a trovare dati certi, né in rete né in altri posti) nessun Presidente della Repubblica - di quelli che meritavano le maiuscole - (e nemmeno il presidente della repubblica con le miniscole) sia stato eletto al primo colpo, ma solo con la terza e meno restrittiva votazione. C'è stato qualche mal di pancia perfino tra le file dei più accaniti sostenitori di Marini, comunque non abbastanza. Però lo smacchiatore di giaguari è riuscito a ridurre in briciole il suo partito, dimostrando che gli è rimasta in mano solo la parte che è effettivamente una costola del p2l. Le altre forze politiche che ha ramazzato qua e là per darsi un certo tono adesso gli sgusciano via dalle dita. Se non altro questa elezione, comunque vada, avrà il pregio di costringere tutte le forze che vogliono fregiarsi della qualifica di "sinistra" (sempre obbligatoriamente tra virgolette qui da noi) a rimettersi brutalmente in discussione.

Nessun commento: