martedì 21 maggio 2013

Tafazzismo

Priorità del paese: oh, là, là, impedire ai grUllini di ripresentarsi alle prossime elezioni. Tolto il fatto che i grUllini, campioni di irresponsabilità, se la sono cercata con la loro intransigenza a tutti i costi, con la quale hanno riconsegnato l'Italia in mano al coso. Adesso si spererebbe di poter togliere quello che resta dalle sgrinfie dei grUllini, ma in che modo? In quello più sbagliato possibile. Il partito tafazzista proprio non riesce a smentirsi: tafazzismo ad ogni costo, fino alla fine (che non tarderà a venire). Il partito tafazzista scende in piazza a parlare con la gente, a manifestare, a farsi vedere? Ma va'. Si arrocca ulteriormente nella sua alta torre d'avorio. Lavoro che non c'è più, gente disperata, disonestà imperante, istruzione inesistente, sanità e trasporti ridotti ai minimi termini, i ricchi sempre più ricchi a spese della popolazione, l'economia che sta andando a rotoli? Pfui. La priorità per il partito tafazzista (la proposta proviene da una tizia che va all'Ikea con la scorta, pensa un po') è fare in modo che un partito, per sderenato che sia, non possa venire eletto alle prossime elezioni; e a tal fine si riesce perfino ad interpretare ad muzzum la stessa Costituzione (ma non erano quelli con la L gli specialisti nelle interpretazioni pro domo sua della legge fondamentale dello stato?). Solo che così facendo si ottiene il risultato opposto. La base è sempre più delusa, e a chi andranno i voti alle prossime elezioni? Parte al Partito degli Ignavi Astensionisti Sbattiballisti, d'ora in poi noto come PIAS; ma altri defluiranno dal partito tafazzista proprio verso questi grUllini, o verso il partito del coso: cioè, si rafforzeranno i barbari distruttori dell'Italia e il "civilizzato" distruttore dell'Italia.
Complimentoni, davvero.
A questo punto le forze di "sinistra" (sempre col virgolettato d'obbligo, qui da noi) devono schiodarsi dalla dipendenza dal partito tafazzista e cominciare a muoversi sulle loro gambe, per affrontare un lungo e impervio cammino. Lo faranno? Tsè. Guarda, Dumdumderum, c'è Hitler risorto che dichiara sempiterno amore agli ebrei e ai gay.

2 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

Ma chi sei, in realtà? Chi si cela dietro il tuo nick? Ho capito! Sei Matteo Renzi!!!
E sono completamente d'accordo con te...

Dumdumderum ha detto...

Naaaa. Ho tirato mazzate anche a Renzi, per quanto alcune sue idee siano pienamente condivisibili. Io, per adesso, sono il mio nick e niente più.