martedì 5 novembre 2013

I grUllini, altrimenti detti trollini

La pochezza di certa gente si denota anche da come si comportano sul web. Ormai mi capita spesso, sui blog che frequento, di leggere commenti da parte di fanatici grUllini, tutti con la stessa forma. Insomma, partono con un pippone astronomico che a volte con l'argomento del post non c'azzecca minimamente, per poi insultare come cani rognosi tutti coloro che osano toccare la sacra persona del guru. Trollismo bello e buono, insomma. Cioè, in pratica scopiazzano il guru in persona, che quanto a trollismo sul web è il campione dei campioni. Contenuto di questi commenti: zero. Volgarità: fuori scala. Da alcuni blog sono già stati bannati; per quel che mi riguarda, su questo c'è la moderazione dei commenti; altri blogger invece li lasciano filtrare, forse perché si divertono ad assistere alle flame war tra i grUllini/trollini e la gente un po' più seria.
In ogni caso, cari trollini (anche se ho il sospetto che in realtà si tratti di uno solo con millemila pseudonimi: lo stile è sempre lo stesso, invariabile, monolitico, a prescindere dallo pseudonimo utilizzato): piantatela lì. La gente ne ha le palle piene della strategia dell'insulto, e vorrebbe vedere qualcosa di costruttivo provenire da voi. Non si demolisce un avversario se poi non si è pronti a ricostruire sulle macerie; voi invece al vostro passaggio lasciate solo le macerie contaminate dalla vostra putrefazione mentale. Chi vi ha votati sperando in un cambiamento lo vorrebbe in meglio, non in peggio come sta avvenendo. Se non avete la minima idea, almeno abbiate la decenza di non intervenire con pesanti e volgari insulti privi di qualsivoglia argomentazione logica, perché altrimenti un VAFFANCULO grosso come una galassia ve lo beccate voi. Già il movimento 5 ischemie cerebrali si sta prendendo brodo da tutte le parti, nonostante la vostra sicumera di vincere le prossime elezioni; almeno, non peggiorate la vostra già grave situazione.
(Ancora una volta, ci sto cascando. Mi sto rivolgendo direttamente ai grUllini. Esortarli a mettere un po' di buon senso equivale ad esortare una valanga a non cadere, e farlo quando la massa nevosa è già lanciata verso valle.)

2 commenti:

cristiana2011-2 ha detto...

A me sembra impossibile, ma i sondaggi li danno in crescita.
Un altro ventennio demenziale?
Cristiana

Dumdumderum ha detto...

I sondaggi lasciano sempre il tempo che trovano. Anche in Trentino li davano in crescita - e si sono presi il brodo. Il problema, tuttavia, è: cosa ci resta? Non esiste, al momento attuale, una sola forza politica che possa prendere in mano le redini del paese. Cioè, chi andrà su lo farà con pochissimi voti e rappresenterà forse meno di un quinto del paese. Se per pura sfiga si tratterà dei grUllini/trollini, gli sbattiballisti del voto forse cominceranno a ripensarci...