mercoledì 6 novembre 2013

Se io avessi un padre così, sarei già dentro per parricidio

Già in passato il coso ha giurato bestialità incredibili sulle teste dei suoi figli. Ora va a dichiarare che loro si sentono come ebrei sotto Hitler. Ma a questi cinque figli del coso io chiedo: un minimo di dignità ce l'avete? Ce la fate a prendere le distanze da simili sparate? Oppure continuerete a subirle e a difendere vostro padre a prescindere? Io lo dico chiaro e tondo: non ho un padre che mette la mia testa in gioco sulla sua onestà e neppure che si permette di ficcarmi in bocca merdate del genere. Mio padre, per fortuna, è tutt'altro tipo di persona; ma voi cinque figli del coso siete in grado quanto meno di sbugiardarlo in pubblico? Oppure lascerete che calpesti fino a questo punto la vostra dignità? Di fronte a comportamenti del genere, perfino i rapporti di parentela perdono di importanza.

2 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

Bravo Dum!
Anch'io l'avrei fatto secco (magari non proprio con una pugnalata) da un pezzo.
Il coso non ha solo un partito-azienda, ma anche una famiglia-azienda: se non sei d'accordo con me, ti taglio le gambe. E i viveri.
Il che è peggio.

Dumdumderum ha detto...

Dubito, però, che la prole del coso abbia di questi sussulti di dignità. Forse perché, davvero, hanno paura che tagli loro i viveri.