lunedì 20 gennaio 2014

Il nuovo caimano venuto dalle primarie farlocche

Breve spiegazione della seconda parte dl titolo: il nuovo caimano, Mr. Rottamètor, è evidentemente risultato primo alle primarie a dispetto di chi vi ha partecipato. Già il fatto che in certe zone vi fossero più tesserati last minute del piddì che popolazione residente doveva essere un'indicazione. Io, poi, ho messo in piedi un sondaggino per i cavoli miei, semplicemente parlando con tutti i piddini e i simpatizzanti che conosco e infilando nel discorso la questione primarie. Centinaia, forse migliaia di persone - e vabbuo', qualcuno dirà che non è un campione statistico adeguato; comunque è indicativo. A quanto pare, in questa mia cerchia di conoscenze se l'erano giocata Civati e Cuperlo, con Mr. Rottamètor che si aggirava su percentuali ridicole. E tutte queste persone adesso sono incazzate nere perché non sanno spiegarsi com'è che poi Mr. Rottemètor abbia ottenuto un consenso bulgaro.
Adesso, per la prima parte: Mr. Rottemètor è andato a colloquio dal vecchio caimano. C'era forse da dubitarne? L'altro sta passando il testimone a qualcuno in grado di garantirgli quella tanto anelata impunità e a proseguire a nome suo la sua linea. Il ventennio che si sperava stesse volgendo al termine sta per diventare un sessantennio, mettiamocelo bene in testa: fintanto che non saremo in grado di prendere tutta questa classe "politica" (con le virgolette d'obbligo), impacchettarla ben bene e spedirla su Marte col primo razzo disponibile, continueremo a farci inchiappettare da personaggi del genere.

2 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

... pensa invece che nella mia cerchia di amicizie, chi ha votato alle primarie ha scelto Renzi, con percentuali "bulgare", come suol dirsi: secondo Civati e terzo Cuperlo.

Dumdumderum ha detto...

Anche mettendo insieme le zone dove il renzianesimo è la religione del millennio, non si arriva a piazzare Mr. Rottamètor dove s'è piazzato. Spiacente, Bastian: se le primarie fossero state oneste, avremmo avuto Cuperlo in testa, Civati a ruota e Mr. Rottamètor al terzo posto, con ampio margine rispetto agli altri due. Niente da fare: non è stato scelto democraticamente e non sarà un segretario democratico.