martedì 18 marzo 2014

Tutto 'sto casino per il referendum in Crimea

... ma i crimeani sono per la stragrande maggioranza russi. Non hanno mai digerito il fatto di essere stati annessi a forza bruta all'Ucraina, e se adesso decidono che vogliono tornare sotto la Grande Madre Russia perché qui in Europa ci si scalda tanto? E' un loro diritto, almeno credo.
No? E vabbe'.
Quanto alle azioni dello zar Putin: anche qui si vorrebbe cambiare un popolo che ha determinati tratti e che non accetta intromissioni da parte del resto del mondo. Gorbaciov era la mosca bianca e l'hanno bellamente silurato; ma i russi erano un popolo duro e intransigente all'epoca degli zar, hanno continuato ad esserlo durante il periodo dei soviet, e continuano ad esserlo ancora adesso. Rompe i coglioni, certo, il loro concetto di rispetto dei diritti umani, al pari del loro imperialismo ("Primavera di Praga" ricorda qualcosa?), ma se qualcuno pensa di cambiare i russi, individualmente o come popolo, sappia che andrà incontro a grosse delusioni: i russi sono, definitivamente, inequivocabilmente, russi.

Nessun commento: