martedì 3 giugno 2014

Il fascista e il buffone

Partiamo dal buffone: l'insetto straparlante. Le sue dichiarazioni, l'alleanza con l'iper-razzista fascistoide farage (che ha perso per strada la maiuscola), bla bla bla, quindi l'insetto sbroccomane è fascista. Ma dove? E' solo un buffone puro e semplice, che non scolla il pelo d'un baffo al mondo con le sue sparate e finirà nel dimenticatoio in tempo assai breve. Cosa distingue un vero duce dall'insetto sbroccomane?
- Appoggio del mondo della finanza;
- Consenso elettorale sempre più ampio;
- Il classico effetto del capoccia giovane;
- Giornalisti e mondo dei media in generale che leccano il culo a macchinetta al duce in questione;
- La fretta, il bisogno assoluto di farsi vedere un risolutore rapido ed efficace.
A questo punto, l'insetto non ne imbrocca nemmeno una: il mondo della finanza non se lo caga di striscio, il consenso elettorale gli sta crollando sotto i piedi, tanto giovane non è, i media lo stanno facendo a coriandoli, e aveva fretta di "mandare tutti a casa" ma non di fare qualcosa di più sensato.
Ma tuttavia però (E&CCFCC) [era da un po' che non la tiravo più fuori...]
Pensandoci bene, un vero duce ce l'abbiamo, e stiamo ripiombando a capofitto negli anni bui del fascismo senza che nessuno dica ba'. Uno che imbrocca tutti i punti sopra elencati, ma proprio tutti, c'è: chi se non il Bomba? E la gente cosa fa? Gli lecca il culo. Spero che qualcuno in giro per il mondo se ne renda conto e ci dichiari guerra prima che la questione si degradi: sì, è davvero brutta quando si arriva a dichiararsi favorevoli a un'invasione pur di non tornare a vedere le camicie nere a massacrare i poveracci per le strade.

Nessun commento: