giovedì 9 ottobre 2014

Col giosbàt(*) faremo splat

A botte e insulti è passata la fiducia su (tra le altre cose) quelle porcomaialate che stanno combinando al mondo del lavoro. Articolo 18? Ciao ciao. TFR? Buona notte al secchio. Garanzie varie? Addio e grazie per tutto il pesce. Perché, già, erano questi i problemi che impedivano all'economia di tornare a galla. A questo punto, qualcuno ricordi al Bomba l'equazione No Lavoro=No Soldi, e le susseguenti No Soldi=No Acquisti, No Acquisti=No Produzione, No Produzione=No Lavoro, a ciclo, fino a esaurimento. Se si vuole risollevare l'economia, bisogna garantire alla gente di poter avere qualcosa da spendere; ma tutto ciò al Bomba, afflitto dalla sindrome Minkionne, suona tremendamente ostico da capire.

(*) Di come si scrive e come si pronuncia quella roba lì non me ne può fregare meno. Invece di andarsi a impelagare con termini in ostrog babil quella lingua là, i nostri politicanti da strapazzo farebbero decisamente meglio a iscriversi a un corso approfondito di lingua italiana.

Nessun commento: