giovedì 27 febbraio 2014

Ha schiacciato il pulsante dell'autodistruzione

Chi? Ma il vecchio insetto sbroccomane, è ovvio. E' chiaro che il "tutti a casa" non è rivolto agli altri partiti, ma ai "dissidenti" del suo stesso movimento (ormai noto come movimento 5 svastiche). Dici mezza parola contro il gran guru in persona? Sei fuori. Già 3 ex-grUllini ne hanno fatto le spese in passato, e ora tocca a 4 senatori. Espulsi con un "provvedimento" (virgolette d'obbligo) preso su web, accompagnato da mail in cui il guru "invitava" (e proprio di quel tipo di "inviti" con virgolette d'obbligo sto parlando) a confermare l'espulsione. E i parlamentari si sono trovati, con grande perplessità, a votare per l'espulsione di 4 persone che (no, ma davvero) nemmeno conoscevano! A seguito di ciò, altri grUllini si autoespelleranno, diventando presto degli ex-grUllini. Cioè, il fascismo interno del movimento 5 svastiche lo sta portando allo sfascio. Tanta gente che li riteneva davvero il rinnovamento della politica italiana si sta rendendo conto che è tutta una montatura, che sono stati un pochettino presi per il Qlo. Alle amministrative si stanno prendendo brodo da tutte le parti. Insomma: proprio come da titolo.
(Non so voi, ma io lo considero un primo segno che stiamo cominciando a riprenderci dalla crisi politica che abbiamo in Italia. Pecco di eccessivo ottimismo, stavolta?)

mercoledì 26 febbraio 2014

Su me stesso e sugli sputasentenze (da bar o da web)

Me lo sento chiedere spesso, quindi devo ribadire il concetto per l'ennesima volta (con enne che tende asintoticamente a infinito).
"Ma visto che tu sei il più furbo di tutti e che tiri mazzate sui politici, perché non ti dai alla politica?"
Semplice: perché non è il mio mestiere.
Specifichiamo.
Sei un tizio qualunque (non un medico, per intenderci) e scopri che tuo figlio ha l'appendicite; cosa fai: lo operi tu? Oppure lasci che se ne occupi un chirurgo con tanto di laurea in medicina, master in chirurgia e - magari, così per dire - qualche annetto di esperienza?
Oppure: sei un altro tizio qualunque (non un meccanico) e senti che il motore della tua auto batte in testa in modo chiaramente avvertibile; cosa fai: te l'aggiusti da solo? Oppure la porti dal tuo meccanico di fiducia, che ha l'officina da 20 anni e che ti sa smontare e rimontare un motore ad occhi chiusi?
E potrei andare avanti per un millennio a citare mestieri e professioni e a chiedere a chi non è di quel mestiere o professione se sarebbe disposto a fare da sé in casi richiedenti proprio quel genere di competenze.
Io tiro mazzate perché sono uno spirito polemico per natura, non perché sono più furbo di qualcun altro; ma la politica non è il mio mestiere. Sarei dispostissimo a fornire tutto il supporto in mio potere - che non è molto, lo ammetto, ma tante gocce potrebbero riempire un oceano - a chiunque mi dimostrasse di avere le palle da politico (cioè, al momento, nessuno di quelli che occupano una qualsivoglia poltrona politica, a qualsiasi livello); tuttavia so perfettamente di non averle io, le palle da politico; ho quelle che girano all'impazzata, ma non sono del tipo giusto. Quindi, agli sputasentenze che mi fanno domande come quella riportata sopra, un chiaro messaggio: siete dei politici con le palle, al di là dei dubbi che io possa nutrire su di voi? E allora candidatevi! Magari, se mi dimostrate coi fatti che quello è il vostro mestiere, potrete anche avere il mio voto!

martedì 25 febbraio 2014

Le "novità" del nuovo governo (governo?)

Dunque: un presdelcons (noooo, come 'azz ve lo devo dire? Non si chiama né premierprimo ministro) che si presenta a chiedere la fiducia al senato con le mani in tasca - e sul fatto che il senato gliel'abbia concessa nonostante la sua promessa di rottamarli tutti magari scriverò un post successivo. Un ministro (NOOOO! Insomma! Non è "una ministra" anche se è una donna! O volete andare a dire a quelli dell'Accademia della Crusca che sono una manica di incompetenti? Conoscono sicuramente l'italiano meglio di qualunque politico!) che si fa cogliere in castagna a guardare... cosa? La maialina Peppa, ecco cosa. Un sottosegretario, tale del(i)rio, che propone di tassare i titoli di stato anziché mettere una patrimoniale sulle grosse rendite. Lista di ministri: sempre i soliti nomi. Oh, no, all'economia un nome "nuovo": un altro stipendiato dai crucchi per massacrare ulteriormente l'Italia.
Cioè: dove stanno le novità? Rimestare nel calderone di merda non la porta a profumare di violette.

giovedì 20 febbraio 2014

Gliene ha cantate quattro. Ma davvero?

Riuscire a far passare perfino il Bomba per un grande politico - davvero un colpo gobbo. L'insetto straparlante ci è riuscito ancora. Cioè, vai a una trasmissione pubblica con Mr. Rottamètor e non gli strappi promesse che avresti dovuto strappargli, ma ti limiti a sommergerlo di slogan triti e ritriti? Che figura di merda! Così, il grande guru dei grUllini è riuscito ancora una volta a regalare l'Italia alla persona sbagliata - che non è precisamente il Bomba, ma il suo mandante, quello che gli ha passato il testimone per proseguire la sua opera e trasformare un ventennio in almeno mezzo secolo. Tutti a casa? Bene, i grUllini per primi!

lunedì 17 febbraio 2014

Alla console il famoso DJ "Il Bomba"

Mi mancava il nomignolo giusto per Mr. Rottemètor. Ci hanno pensato i suoi compagni di liceo. Lo chiamavano il Bomba, perché le sparava grosse. Adesso come lo chiameranno: il Bomba Termonucleare da 10 Gigatoni?
E non aggiungo altro.

venerdì 14 febbraio 2014

Proprio come pensavo

Insomma, i media ci hanno talmente martellato sopra che alla fine sono riusciti a piantare il chiodo. Perché Mr. Rottamètor altro non è se non un "leader" (virgolettato d'obbligo) mediatico. Per quanto il nullafacente Letta meritasse di fare la fine del topo, il partito tafazzista con la mossa di mettere Mr. Rottamètor al suo posto si è dato l'ennesima, e stavolta forse decisiva, tafazzata sui gingilletti. Complimenti, cari tafazzisti: avete per l'ennesima volta lasciato il paese in mani sbagliate, quelle che l'hanno distrutto oltre ogni rimedio. Questa volta, però, nel baratro ci finite pure voi: dubito fortemente che riusciate a trovare ancora il modo di galleggiare. E a noi non resta che sperare nell'arrivo tempestivo della Nera Signora a sistemare anche quell'altro guaio una volta per tutte.

mercoledì 12 febbraio 2014

Dove si vende la pelle dell'orso prima di averlo ucciso (2)

Ancora i media, riguardo al Fonzie di Firenze. Non solo Mr. Rottamètor è già il presdelcons (mooooolto prima che venga nominato), ma già gli stanno ritagliando i ministri addosso. Poi va a finire come è sempre andata in Italia, che a stabilire la politica finiscono per essere i media. Ma, cari "giornalisti" da strapazzo, rendetevi conto che un governo di Mr. Rottamètor sarebbe la mazzata finale a questa Italia a cui venti e più anni di malgoverni precedenti hanno già fratturato in più punti gli stinchi. Non che un governo di chiunque altro sia tanto meglio; l'unica cosa intelligente che si può mettere in atto sarebbe, per il presidente della repubblica (minuscole d'obbligo), obbligare le camere a tornare alla vecchia legge elettorale - che, essendo il Porcellum stato dichiarato incostituzionale, dovrebbe tornare in vigore in maniera del tutto automatica - e sciogliere le camere, per poi andare a nuove elezioni. E non la metterà mai in atto, quindi siamo in un bel cul de sac; ma un governo di Mr. Rottamètor mai!