venerdì 6 marzo 2015

Le farloccarie colpiscono ancora

Dalle "primarie" ovviamente farlocche - come sempre - in Campania è venuto fuori il nome di un incandidabile. Proprio incandidabile: quel tizio ha precedenti penali che, in caso di elezione come presidente regionale, ne causerebbero l'immediata espulsione ai sensi della famigerata legge Severino. Quindi, gira e rigira, ci sarà un'abrogazione ad personam della citata legge.
Aspettate, adesso arriva il bello.
Di questa abrogazione ad personam non sarà solo questo tipo a beneficiare. Ne approfitterà alla grande anche il caimano, che finora non era riuscito a farla abrogare nonostante tutti i suoi patetici tentativi, e che alla notizia di come sono andate le troiarie in Campania avrà cominciato a fare salti di gioia. Non che cambi molto averlo di nuovo in pirlamento o lasciarlo fuori; solo che con questa riabilitazione l'Italia si farà per l'ennesima volta una gran figura di merda a livello mondiale; e non abbiamo proprio bisogno di affondare ancora più nel mare di merda rimettendo un impresentabile su una poltrona istituzionale.

3 commenti:

S. ha detto...

mi voglio prendere le mazzate...sono coraggiosa e campana...comincio col dirti che intanto se scrivi una cosa così devi essere più che informato.Premetto che non ho alcunl interesse per nessuno dei partecipanti alle primarie,
m solo per chiarire lo scoop.De Luca è stato condannato in primo grado per Abuso d'ufficio Ufficio ( conosci quale era l' abuso? aveva arbitrariamente consentito, pur non avendo " i permessi" che il termovalorizzatore di Salerno, fossero conclusi i lavori) ben diverso dalle condanne( varie e variegate tutte di ordine penale tipo prostituzione, falso in bilancio, a questa no, etc..) passate in giudicato tant'è che proprio ieri ha finito una delle sue condanne.Dunque la riforma della Legge Severino, se si dovesse fare, avrà sicuramente dei distinguo.In ogni caso il Magistrato Cantone, assicura, per ora, che non si cambierà nulla.
Mai gridare al lupo prima di incontrarlo...cordialità

Dumdumderum ha detto...

@S.
Tutto ciò non toglie che De Luca sia soggetto all'applicazione della legge Severino. E, come ho scritto nel post, non è precisamente lui il problema: è l'intero sistema che fa acqua da tutte le parti, e un'eventuale (possibile, al di là di quanto afferma Cantone) abrogazione della citata legge non andrebbe solo a vantaggio di qualcuno come De Luca che ha commesso peccati abbastanza veniali, ma di altre persone che hanno commesso reati ben peggiori.

Dumdumderum ha detto...

N. B.: "Veniali" solo in rapporto a quelli del possibile altro beneficiario di questa abrogazione tutt'altro che improbabile.