mercoledì 23 settembre 2015

Post più serio sulla vicenda Volkswagen

Ok, il post di ieri è stato sarcastico; adesso veniamo alle considerazioni serie.
a) Il software taroccatore gira, per forza di cose, sulle centraline delle auto, prodotte da Bosch. È mai possibile che tale ditta sia all'oscuro di cosa volessero fare coi loro bei diesel euro 6?
b) Bosch ha il monopolio quasi assoluto sulla produzione di centraline per autoveicoli; possibile che sia solo il gruppo in questione ad aver taroccato il software di gestione del motore per passare in maniera truffaldina i controlli?
c) Tutte queste ditte che si spiano l'una con l'altra, comprando auto delle marche rivali per poi sezionarle fino all'ultimo atomo al fine di scoprirne i più nascosti segreti, possono non essersi accorte della manovra di Volkswagen?
d) Come mai le autorità merrrrregane hanno beccato solo Volkswagen, e su macchine che hanno una percentuale ridicola nel mercato locale?
e) Perché stracazzarola le leggi sul copiràit (italianizzazione voluta) impediscono un'analisi ufficiale del software delle centraline delle auto? Ma anche in tal caso, perché non affidarlo a degli acari (ah, hacker non si traduce come acaro? Pffff.) che lo sventrino da cima a fondo?
A queste domande si può rispondere solo con una serie di deduzioni (in ordine sparso, non seguendo la lista di cui sopra):
1) Qualche ditta automobilistica merrrrregana che ha visto in Volkswagen una possibile rivale le ha fatto le scarpe;
2) Volkswagen - ma anche chissà quante altre ditte (sono tutte calate in borsa: la coda di paglia non ce l'ha solo VW) - sta giocando con la salute dell'ambiente e delle persone, di cui non gliene può fregare meno, solo per poter continuare a venderevenderevendere, tutto in nome di quel Dio Denaro che sta effettivamente distruggendo il mondo più di quanto potrebbe l'intero arsenale nucleare terrestre;
3) Ribadisco: non è solo VW ad avere la coda di paglia: altre case automobilistiche crollano in borsa, nessuna ha pensato di denunciare l'accaduto - vuol dire che non ce n'è una che si salvi: tutte stanno giocando con la vita della Terra e dei suoi abitanti, tutte sono perfettamente d'accordo a coprirsi le une con le altre. (No, non sto cadendo nel complottismo: non c'è proprio alcun bisogno di tirare in ballo cospirazioni inesistenti, quando il motivo reale, il citato Dio Denaro, è sotto gli occhi di tutti.)
4) Le autorità che solo adesso si svegliano - e limitandosi ai controlli su una casa automobilistica - dov'erano in tutti questi anni? Una truffa del genere non viene messa in piedi dall'oggi al domani: richiede anni e anni di preparazione - del resto, i modelli incriminati della VW vanno, mi pare d'aver capito, dal 2009 in poi.
5) Un wikilìììììks di software taroccatori di tutte le case automobilistiche a questo punto costituirebbe il necessario calcio in culo alle autorità e pure alla gente, che a questo punto potrebbe guardare quegli spottoni pubblicitari allucinati su quella o quell'altra automobile che oh-non-puoi-fare-a-meno-di-possedere ponendosi un po' di domande: tanto per cominciare, perché le case automobilistiche, anziché buttare al vento miliardate in campagne pubblicitarie completamente fuori di testa, non le spendono per svolgere un po' di ricerca seria e produrre motori in grado di inquinare davvero meno.

Nessun commento: