giovedì 26 novembre 2015

Aridajje con 'ste "giornate"

Ieri era la "giornata internazionale contro la violenza sulle donne". Stamattina una stronzetta che conosco mi ha apostrofato (o mi ha corcato di accenti e altri segni diacritici dritto sulla crapa) così: "Tu, becera sottospecie di primate maschio, non hai pubblicato un post sulla giornata bla bla bla perché ragioni dall'alto della superiorità del tuo cazzo" e via su questa falsariga. Chiaro che l'ho mandata a fanQlo senza pensarci due volte, e mia moglie le ha gentilmente ricordato che per me questa famosa "giornata" va dal 1° gennaio al 31 dicembre, sempre. Io aggiungo che per me è sempre la giornata dell'evitare la sopraffazione del forte sul debole, che non dovrebbe MAI avvenire da parte di animali sociali soprattutto dotati di (almeno apparente) raziocinio.
Al di là di questo episodio, mi è permesso ribadire il concetto secondo cui queste "giornate" sono uno strizzamento di palle mostruoso? Be', anche se non mi fosse permesso, ormai l'ho ribadito. Gira e rigira, ormai ci si sveglia al mattino con la certezza al 110% che quel giorno sia una "giornata" di questo, di quello, di quell'altro, contro questo, quello e quell'altro. E poi, passata la festa gabbato lu santo, eh? Passata la giornata di ieri, in cui tutti, anche i più beceri primati maschi che massacrano le loro mogli o compagne perfino di fronte ai figli, si sono professati contrari, oggi tornerà tutto come prima. Che logica hanno queste "giornate"? Come il natale: tutti più buoni il 25 dicembre, poi tutto dimenticato. Queste "giornate" grondano ipocrisia da tutte le parti, e sarebbe veramente ora di darci un taglio.

3 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Assolutamente d'accordo conte anche se , quando mi sono espressa in questo modo, non pochi mi hanno dato dell'insensibile egoista.
Vabbè, pazienza non posso andare d'accordo con tutti.
Cristiana

Zio Scriba ha detto...

Commento breve, perché devo solo dire che concordo al 100%.

Dumdumderum ha detto...

@Tutti
Si rischia di passare per insensibili egoisti e (se dotati di ammennicolo maschile) "beceri primati maschi" anche quando non lo si è? Fotte un cazzo, scusate il francesismo. La nazifemminarda con cui mi sono incornato è davvero un tipico esempio del fatto che con certa gente sia impossibile andare d'accordo; io li mando a fanQlo e poi li lascio cuocere nel loro brodo.