venerdì 11 dicembre 2015

Dateci una (Baba) Vanga così ci scaveremo la fossa

I titoloni attira-clic (o vendite) di certe testate (sì, contro un muro) italiote: Predisse le Torri Gemelle. L'ultima drammatica profezia: "Nel 2016 la guerra. Nel 2043 il califfato a Roma".
Stiamo parlando di una "sensitiva", ovverossia venditrice di fuffa a caro prezzo, morta una ventina di anni fa, tale Baba Vanga (e già il nome...). Uah uah uah, la nostradannus del ventesimo secolo.
Peccato, come dice l'articolo di Bufale Un Tanto Al Chilo, che nulla di tutto ciò fosse stato previsto dalla vecchia truffatrice. Peccato, anche, che avesse predetto una guerra nucleare e chimica nel 2010, con tanto di moria di piante e animali e di successiva guerra tra poveri sopravvissuti: tutte cose che si sono mooooooolto avverate, già. Proprio come nostradannus, anche questa si divertiva a fregare i polli con previsioni completamente campate in aria delle quali non una azzeccata. A differenza di nostradannus, il quale rimaneva talmente sul vago che si può adattare qualche sua "centuria" (meno quelle che non ha mai scritto, ovviamente) a qualsiasi situazione, questa vecchia cornacchia - o più probabilmente qualche suo seguace che le ha messo in bocca parole non sue - descriveva con precisione cosa sarebbe avvenuto, quindi diventa davvero troppo facile sbugiardarla; ma la nostra stUmpa, nella sua smania di attirare clic e vendite a gogò, continua a darle credito, addirittura mettendole in bocca parole che né lei né alcuno dei suoi seguaci hanno mai pronunciato. Peuh. Se abbiamo la peggior informazzzzione con quattro Z che esista al mondo, questo è il motivo ben evidente, sotto gli occhi di tutti; purtroppo, però, è sotto troppi occhi ciechi per propria stessa volontà. Fintanto che lo sputtanamento di questi organi di stUmpa rimarrà confinato al mondo dei blog, che ben pochi si filano di striscio, la gente continuerà a cascarci con tutte le scarpe. Solo che io non possiedo organi di informazione in grado di urlare lo sputtanamento ai quattro venti, e quindi mi rassegnerò, per l'ennesima volta, a vedere gente magari pure plurilaureata che si beve queste panzane come acqua fresca.
(N. B.: una testimonianza riportata nell'articolo di cui sopra pone l'accento sul fatto che le "profezie" di Baba Vanga potrebbero essere in realtà apocrife. Del resto, subiamo ancora oggi, dopo due millenni, le idiozie che vennero attribuite a un sedicente "profeta" dai suoi discepoli ben trent'anni dopo la sua morte, dopo che s'erano studiati bene il modo migliore per fregare i polli dell'epoca e tutti i loro discendenti.)

Nessun commento: