mercoledì 9 dicembre 2015

È iniziato il giubileo

E indovinate un po' chi lo paga.
Il vaticancro?
Tsè. Lo pagano i contribuenti.
Poi non ci sono i soldi per garantire il lavoro, la cultura, la sanità, i trasporti e il benessere sociale; ah, però per il giubileo i soldi ci sono, urka se ci sono.
E il vaticancro, che di giubilei potrebbe pagarsene un milione di tasca propria senza nemmeno intaccare gli interessi sul proprio capitale, ancora una volta non scuce un centesimo. È l'Italia che paga e ripaga senza far storie, ovviamente, poi, tagliando sulle voci citate sopra.
Soli preti qui rregneno, sempre (per citare ancora una volta il Belli).
Ma vaffanculo ai pretastri, va'.

2 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Maledetti siano 'sti sfruttatori.
Tutte 'ste aperture di porte provocano una corrente d'aria insoppotabile.
Cristiana

Dumdumderum ha detto...

@Cristiana
E il raffreddore ce lo cucchiamo noi, che altro.