martedì 15 dicembre 2015

Ma fatevi furbi!

Se quei quattro gatti spelacchiati di quell'organizzazione chiamata ISIS o DAESH o sì che so io volevano creare scompiglio, ecco, ci sono riusciti meglio di quanto sperassero, grazie alla tontaggine irreversibile che affligge l'homo ex (ma molto ex) sapiens. Dunque:
- Vietato parlare di maiale, di prosciutti, salami, mortadelle, di porchetta, di lonza al forno... pffff. C'è il rischio di offendere qualcuno, già. Ma vaffanculo! Se qualcuno si sente offeso dal maiale, non lo mangi! E che cazzo!
- Un emerito coglione va a farsi del male da solo per poi inventarsi la storiella di essere stato aggredito da uno di quei quattro gatti spelacchiati di cui parlavo. E questo tipo affetto da mitomania galoppante è pure un insegnante! Ma che cazzarola insegna ai suoi alunni? La prossima volta che si faccia male sul serio: fino ad ammazzarsi! Almeno avrà fatto un favore a questi alunni afflitti dalla sfiga di averlo come insegnante.
- Una nota azienda produttrice di cioccolato si è trovata subissata di critiche inverosimili perché produce una linea di cioccolatini ispirata a "Le mille e una notte", ovviamente con tematiche mediorientali. Cioè, per dieci anni ha prodotto quei cioccolatini e nessuno ha mai avuto da ridire; adesso l'accusano di aver messo il disegno di una moschea sulla scatola! Ma si può? Le "moschee" sono le teste di certa gente, nel senso che sono piene di mosche, non di neuroni.
- È il caso di continuare?
Insomma, se invece di reagire come si dovrebbe, sputando in un occhio ai 4GS (vedere sopra), si reagisce cagandosi in mano per ogni minima stronzata che sembri riguardarli e si cade addirittura nell'autolesionismo per alimentare questa paura, questi tizi avranno gioco facile.

Nessun commento: