venerdì 8 gennaio 2016

Biscottini amari

(Ne parla anche Paolo Attivissimo in questo post.)

Quella famigerata "legge sui cookie", come tutte le cose fatte col culo da parte di burocrati che di Internet (o di tecnologie moderne in generale) non capiscono una beata fava, sta mostrando uno dei suoi limiti strutturali più evidenti. Il fatto di dover dare l'assenso a ogni nuova pagina visitata - e anche a pagine visitate da poco che, guarda caso, non si ricordano che l'assenso era già stato dato - ha spinto i tiraclic commerciali a sfruttare la cosa a loro vantaggio. I truffatori di turno hanno ideato una maniera astuta per spingere l'utOnto di turno a cliccare su quello che sembra il consenso ai cookie, ma invece apre finestre commerciali (e anche i meno utOnti: quella roba è di fatto indistinguibile dalla vera richiesta di consenso). A questo punto, ai cari "legislatori" europei che vomitano 'ste puttanate astronomiche di leggi che, oltre a far infuriare la gente, oltre a non risolvere alcun problema, oltre a rendere la vita impossibile ai webmaster, danno l'occasione ai tritaballe commerciali di perpetrare ad infinitum i loro truffaldini martellamenti pubblicitari, chiederei un paio di cose:
a) abrogare queste leggi del cazzo;
b) emanare leggi serie, che, intanto, castighino i truffatori come quelli citati, ma li castighino di brutto.
E all'utOnto di turno (ma so già che nessun utOnto legge il mio blog...) raccomanderei l'installazione di un buon adblocker sui browser dove si può (principalmente Volpe di Fuoco e Chrome) in modo che anche un clic su quelle boiate tiraclic non apra finestre pubblicitarie. Spiacente per chi di pubblicità vive: o cambiate tutti quanti sistema, la piantate lì con questi sistemi criminali per guadagnare a spese degli sprovveduti, la smettete di martellare le palle alla gente a suon di spottoni, oppure rassegnatevi a vedere sempre più gente che questi sistemi li blocca prima che possano far danni.

3 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Devo riconoscere di essere utOnta perchè non avevo collegato i biscottini alla comparsa costante di alcuni prodotti, eppure sono su chrome.
Purtroppo anche un'utOnta legge il tuo blog, ma non mi cancellare!
Cristiana

Zio Scriba ha detto...

D'accordo su tutto. Tranne forse che sull'eccessiva gentilezza di quello "Spiacente" con cui inizi la parte finale. Io certa gente la vedrei bene a dissodare la terra. Almeno la smetterebbero di dissodarci (impunemente) la minchia... :)

Dumdumderum ha detto...

@Cristiana
Un'utOnta che sa di esserlo non è un'utOnta. I tiraclic commerciali, invece, sono e saranno sempre dei truffatori.

@Zio Scriba: era uno "spiacente" formale, non sostanziale. Anch'io questi dissodatori di minchia li manderei a lavorare in una coltivazione intensiva di qualche vegetale che richieda almeno otto ore al giorno costanti di cure (quindi NON di patate, che di cure ne richiedono poche...).