giovedì 24 marzo 2016

Attentati e sciacalli

Binomio indissolubile, a quanto pare.
C'è chi pubblica subito dopo l'attentato un video di un vecchio attentato avvenuto a Mosca 3 anni fa - e i "giornalisti" che, anziché svolgere il loro lavoro che comprende anche la verifica dei fatti, ripubblicano tutto solo per attirare clic.
C'è chi pubblica notizie con TITOLONI!!!!!! studiati apposta per causare panico nella gente (2 testate in particolare: "libero di sparar puttanate" e quel coso che non è un "giornale" nemmeno con la minuscola); questo è alto tradimento, gente, non è più libertà di opinione.
Ci sono i complottardi che montano casi di "false bandiere" - come un certo strakPUPPA straPUPPA (uff, mi scappa) strakerPUUUUUPPA che accusa Wikipedia di aver pubblicato la notizia in anticipo sull'attentato, quando è evidente che essa si basa sul fuso orario GMT e noi (e Bruxelles) siamo in un altro fuso orario, un'ora avanti.
C'è la marea di boccaloni nonché analfabeti funzionali che leggono le prime due o tre parole di un post acchiappaclic e condividono e ripubblicano a stecca mucchi di stronzate sulle socialmerde, sciacallando a loro volta pur con la convinzione di far qualcosa di buono & giusto, ma sì, condividiamo, non costa niente e la gggggente deve sapere.
Ci sono i politicanti da strapazzo che, oltre a proferire discorsoni altisonanti "Reagiremo con fermezza" e bla bla bla ben riparati dietro a barriere e forze di sicurezza, stanno pensando di utilizzare questi attentati da vigliacchi per i loro biechi fini - il che vuol dire limitare tutte le libertà individuali e instaurare un clima di terrore e di sospetto a loro esclusivo beneficio.
E poi c'è la gente, che non sa più a cosa credere e quindi si lascia spaventare da quattro codardi che non avranno MAI il coraggio di affrontare il loro "nemico" (che tra l'altro li finanzia e fornisce loro le armi, anche qui sciacallando sulle vittime innocenti) faccia a faccia, ma che ricorrono a mezzucci come questi per farsi sentire.
E alla fine ci sono io, che continuo a chiedermi come cazzo ha fatto l'umanità, con la sua intrinseca imbecillità totale, a dominare un intero pianeta e a sovrappopolarlo con 10 o più miliardi di creature senza speranza. (Qualcuno mi dirà "No, ma non siamo 10 miliardi, solo 7". Tsè. Ci sono tre o più miliardi di persone che non sono mai finite in alcun censimento.)

Aggiornamento: ecco che risbuca la famosa "ragazza coi capelli lunghi" che secondo i complottardi di cui ho parlato sopra sarebbe presente a ogni attentato.


Cioè: o son pirla io che continuo a vederci cinque ragazze completamente diverse (salvo forse il taglio di capelli) o i complottardi continuano a fumarsi chissà quale sostanza e a sparare le puttanate più atroci soltanto per riuscire a darsi ragione da soli e continuare a sciacallare sulla pelle delle vittime.

4 commenti:

Vincenzo Iacoponi ha detto...

Prima c'era la TV a fottere e i giornali a darle una mano, adesso c'è anche internet e i socialcazzatari a peggiorare la situazia.
Io penso che ci sia un'associazione benefica, nel senso che fa del bene solo ai suoi soci, che dall'11 settembre -la stracazzata del secolo, col teatrino del fotomontaggio dell'aereo che entra nella torre sud e di quell'altro nel Pentagono senza nemmeno un morto tra equipaggio e passeggeri- ai giorni nostri. E noi 10 miliardi (siamo di sicuro anche qualcosetta di più) di teste di cazzo ci dobbiamo credere, e nessuno va a mettere bombe là dove dovrebbe e nessuno unisce le forze -bianchi, rossi, neri e gialli- per fare tabula rasa del nemico numero uno di noi poveri cristi stronziti fino all'inverosimile, cioè il profitto di questi quattro gatti, sì perché in confronto a 10 miliardi e passa sono solamente quattro gatti e figli di grandissime puttane. Ci siamo consegnati mani e piedi legati a questa banda di delinquenti. E allora non abbiamo niente più da dire.

Dumdumderum ha detto...

@Vincenzo
Spiacente, ma l'11 settembre non è affatto una montatura - oppure vuoi andarlo a raccontare ai familiari di 5000 vittime (sì, nel numero anche quelli che c'erano sugli aerei)? Anche in quel caso si è trattato di una pura vigliaccata; questi terroristi non oseranno mai prendersela davvero con obiettivi militari strategici. Sia come sia, tra gli sciacalli che se n'approfittano alla grande di queste vigliaccate speculando sui familiari delle vittime ho citato anche i politicanti da strapazzo, cioè proprio quei quattro gatti di cui parli, e che chiaramente sono ancora peggiori dei terroristi stessi - perché li mandano a fare il lavoro sporco e poi, finito il casino, li scaricano bellamente nel cesso appioppando loro tutte le responsabilità.

Vincenzo Iacoponi ha detto...

OK!
Allora spiegami un paio di cosette.

*Come possono due aerei tranquillamente attraversare a bassa quota i cieli di una grande città senza che si alzino in volo i caccia preposti alla difesa aerea?

*Del primo non c'è traccia, del secondo c'è un bellissimo e famosissimo video.Misurata la velocità di ingresso nella Torre Sud questa era di 924 Km!
La Douglas dichiara la velocità massima di 928 Km ma a 10.000 metri di quota, dove l'aria è rarefatta. A quella quota NESSUN aereo di quella stazza può volare a più di 550 Km altrimenti le ali entrano in vibrazione. A quella del secondo aereo le ali sarebbero andate a pezzi, oltreché non avrebbe MAI potuto ottenere quella velocità per la resistenza dell'aria NON rarefatta.

*Come può un aereo -quello del Pentagono- volare per oltre un chilometro e mezzo a livello del suolo senza sfracellarsi. E dove sono nel muro del Pentagono oltre il buco tondo i segni di entrata delle ali e del timone di coda? E dove sono rimasti i pezzi delle ali e dei timoni e del carrello?

*Come mai nel giorno fatidico degli oltre duemila frequentatori normali -leggi impiegati e personale addetto alle varie funzioni- di religione ebraica nessuno era presente, ma tutti assenti per i più svariati motivi?

*Come mai entrambe le torri vengono giù come castelli di carte sul proprio asse per incendi capitati nelle parti alte? Non esistevano piani doppi salvafuoco dopo 20/25 piani come ci sono dappertutto nei grattacieli?

*Come spieghi il crollo, otto ore dopo del grattacielo di 18 piani posto di fronte alla Torre Nord, senza che nessuno lo avesse colpito e avvenuto con le stesse modalità e senza che nessuno lo abbia menzionato?

Fatti queste domande, che non mi sono fatto io ma barba di ingegneri, e poi ne riparliamo.

Dumdumderum ha detto...

@Vincenzo
Ti rimando sul blog di Paolo Attivissimo, che ha fornito fior fiore di spiegazioni sul come e il perché tutte quelle che mi hai appena raccontato sono un cumulo di stronzate: lui assieme ad altri sbufalatori di professione. Ci sono dettagli oscuri sul perché sia avvenuto, ma il come è di una chiarezza cristallina.