lunedì 11 luglio 2016

Chiamare le cose col proprio nome

Insomma, un fascista è un fascista.
Non un "ultrà", come insistono i media filo-fascisti a definire l'assassino di Emmanuel Chidi Namdi. Un fascista fatto e rifinito, con tanto di svastiche e tutto il resto dell'ambaradan. E l'ha fatto per odio razziale, mica per altri motivi.
Però secondo i media filo-fascisti questo emerito coglione è soltanto un "ultrà".
In più ci si mette anche il Tomo delle Facce di Merda Fasciste: lascia che pagine e gruppi fascisti proliferino e istighino all'odio razziale e alla violenza, però si permette di bloccare chi osa pubblicare commenti contrari al fascismo!
Ma in che buco di culo si è appena infilata la civiltà italiana?

2 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Approvo il tuo realismo.
Oltre tutto, questo elemento nero come la pece, è un vigliacco che ha attaccato innanzitutto una donna.
Cristiana

Dumdumderum ha detto...

@Cristiana
A sentire continuamente di episodi di questo genere, ho i miei dubbi che l'Italia si libererà mai del fascismo.