venerdì 29 luglio 2016

Niente attentati da noi: come mai?

I soliti gentisti - ah, no, si dice ggggggentisti - dicono che è perché non vale la pena mettere in piedi attentati qui da noi. Tsè.
Il mio diavoletto maligno dice che è perché siamo i loro fornitori di armi, quindi niente attentati o le armi le vendiamo a qualcun altro. Ma è solo il mio diavoletto maligno...
Qualcun altro afferma che è perché abbiamo la mafia che ci protegge. Tsè al cubo: la mafia punta solo esclusivamente a proteggere sé stessa.
La verità è semplice: pensateci bene. Abbiamo una luuuuuuuunga esperienza con attentati avvenuti qui da noi, dalle brigate rotteinculo alla già citata mafia, più una serie di svitati che agivano a livello strettamente personale. Adesso, le nostre forze dell'ordine hanno le antenne molto più dritte, i controlli sono molto più stringenti; i controlli alle frontiere sono efficaci (più o meno, ma, insomma, più che in altri stati europei) e le persone già abbondantemente schedate vengono tenute d'occhio. Con ciò non dico che sia impossibile organizzare attentati qui da noi; è solo molto più difficile, e richiederebbe risorse che quei pazzi scatenati che impazzano in Francia e in Belgio non possiedono: soprattutto un alto grado di intelligenza. I francesi con la loro grandeur si lasciano costantemente scappare persone nate e vissute sul suolo francese e che hanno una fedina penale lunga fino alla faccia nascosta della Luna; i belgi sono dei gran sbattiballe e non ci provano nemmeno, a migliorare i controlli, perfino dopo aver subito attentati. Quegli emeriti coglioni che mettono in piedi attentati sventabili come ridere (e solo per fomentare l'odio e provocare uno scontro di civiltà) continueranno a imperversare in Francia e in Belgio, ma non saranno mai abbastanza furbi da riuscirci qui da noi. Potrebbe riuscirci un'organizzazione seria - ma nemmeno quei caproni dell'ISIS o DAESH o come cazzarola vogliono farsi chiamare sono così dotati di mezzi e di cervelli da avere qualche possibilità. Ecco, questo è il motivo per cui, nonostante certe minacce ("Conquisteremo Roma", tsè all'ennesima potenza) ancora non li abbiamo visti a seminare morti, ovviamente civili inermi, qui da noi.

1 commento:

nonno enio ha detto...

si vede che non contiamo più niente nemmeno per l'IS