giovedì 29 settembre 2016

Il ponte araldo della disgrazia

Si ritorna a bomba, anzi, a Bomba, con la storiellina del ponte sullo stretto di Messina. Ai furbastri che ci magnano sopra basta semplicemente aspettare che il presdelcons di turno cada in disgrazia per tornare a fregarsi le mani, oh che bello, altri soldi che arrivano in cassa senza che dobbiamo smuovere un solo sassolino. Pensateci bene: krakksy cosa promise appena prima di venire bombardato di monetine? Il ponte. Il caimano cosa promise prima di beccarsi un calcio in culo ed essere forzato a sparire dalla scena? Il ponte. E ora è il turno del Bomba. Si sta prendendo brodo da tutte le parti; la sua schiforma anticostituzionale sta per fare la fine del sorcio; ha quelle tre o quattro ministresse totalmente incapaci (e qui ho usato appositamente a fine dispregiativo il suffisso -esse) che stanno facendo fare figure di merda mondiali all'Italia; a livello internazionale s'è appena reso conto che non conta una cippalippa bollita, altro che essere il "salvatore del mondo" che si vantava di essere; gli hanno cancellato le Olimpiadi sotto il naso (già, il movimento 5 peritoniti gravi a forza di sparare nel mucchio qualche volta centra il bersaglio giusto); cosa tira di nuovo fuori dal cilindro? Il ponte. Ponte del quale non fotte uno stracazzo cosmico a nessuno, va detto: alle regioni del nord, chiaro, ma nemmeno a calabresi e siciliani, che con mezz'ora di nave passano lo stretto senza farsi il minimo problema. Ponte sulla cui assoluta mancanza di fattibilità s'è già discusso a gogò: dovrebbe essere un ponte a campata unica, ma si tratta di più di tre chilometri. Ponte su cui a farci la pappa sono sempre solo mafia e 'ndrangheta, a cui i vari "governi" italioti che l'hanno sventagliato hanno già regalato qualche miliardata. Se fosse necessaria un'ulteriore conferma che il Bomba è alla fru al dess al caf all'ammazzacaffè, eccovela servita, e proprio da un personaggio che criticava aspramente la faccenda del ponte.

2 commenti:

@enio ha detto...

il ponte è realizzabilissimo e utilissimo ma penso che non verrà costruito in questo millennio. Ormai se ne riempiono la bocca tutti i premier quando non sanno che cosa promettere, facendo sempre un brutta figura.

Dumdumderum ha detto...

@@enio
Realizzabile? A costi proibitivi e non sarebbe comunque il massimo della sicurezza. Utile? Mah, ne hanno fatto a meno finora e nessuno se ne lamenta. No, no, è solo una mossa propagandistica messa in piedi da politici ormai allo stremo.