giovedì 3 novembre 2016

Ma quali motivi umanitari!

Rinviare il referendum "per motivi umanitari" a causa del terremoto. Questa l'ultima trovata genialoide del Bomba.
Tsè.
L'unico motivo per cui lo fa è che così spera di riguadagnare il consenso che sta perdendo a ritmo vertiginoso; intanto, sempre a tale scopo, ammonticchia promesse bombesche alle popolazioni colpite, del tipo "Ricostruiremo tutto".
Ari-tsè. Come ha "ricostruito" il suo papino spirituale a L'Aquila, con le case di cartongesso che crollano in testa agli abitanti! A chi pensa di darla a bere il Bomba?
Motivi umanitari 'sta cippa. Il referendum lì è e lì deve rimanere, e spero proprio che i terremotati per primi si sentano abbastanza presi per il culo da votare un grossissimo No.

Nessun commento: