venerdì 11 novembre 2016

Sfrutteremo l'occasione?

Mi ero ripromesso di disinteressarmi al gran completo di chi sia il nuovo presidente degli stati agglutinati di merrrrrega, ma una piccola considerazione m'è rimasta, e la devo esporre.
Insomma, visto l'odio e la gran fifa suscitati dall'alligatore col gatto in testa anche qui da noi: riusciremo a sfruttare quest'occasione per liberarci di decenni di schiavitù culturale, servilismo e leccaculismo nei confronti degli stati brutalmente inchiodati di merrrrrega? Riusciremo a smetterla di inquinare la più bella lingua dell'Universo(*) con termini in ostrolon babig quella lingua là usati alla cazzo di cane per far vedere quanto siamo fighi? Riusciremo a ragionare con la nostra testa senza seguire mode tamarre solo perché sono merrrrregane? Riusciremo a dare ai nostri figli nomi un po' più consoni alla nostra cultura e alla nostra tradizione senza appioppar loro nomacci impronunciabili pure scritti alla umpazumpa? Riusciremo a ricordarci che forse, magari, probabilmente sono i merrrrregani a dovere a noi una gran fetta della loro cultura? Insomma, riusciremo a tornare italiani? Lo so che qualche testa bacata adesso mi accuserà di razzismo e di nazionalismo, ma non me ne frega un cazzo, anche perché dimostrerebbero semplicemente di non aver capito una beata favazza di niente: siamo noi quelli che stanno semplicemente buttando millenni di cultura alle ortiche perché merrrrregano fa più figo, oltre naturalmente ad azzerbinarci affinché ci calpestino quando e come vogliono.

(*) Ribadisco: la più bella lingua dell'Universo è la propria madrelingua, e la mia è l'italiano.

4 commenti:

cristiana2011 ha detto...

" Tu vo' fa' l'americano" è più che mai attuale, purtroppo.
PS. scusa la latitanza Dum, ma non ho molto tempo.

Dumdumderum ha detto...

@Cristiana
Nessun problema: nemmeno io riesco a tenere aggiornato il blog tutti i giorni.
Tornando a bomba: visto che a quanto pare l'alligatore è diventato il simbolo del più miserevole becerume maschilista e razzista (tralasciamo quello che ha detto sull'ambiente: i suoi predecessori a riguardo, da Clinton che non firmò il protocollo di Kyoto in poi, non hanno fatto niente, quindi anche con lui non cambia niente) magari le coscienze degli italiani si dovrebbero svegliare, e dire "Guarda che razza di personaggi abbiamo voluto scopiazzare finora". Ho i miei dubbi che tanti lo faranno, ma che comincino le persone dotate di un minimo di buon senso! Gli altri seguiranno alla "avanti pecora", ma sarebbe già un progresso.
(Tsè. Ma quando mai.)

iacoponivincenzo ha detto...

Se pensare tutto il male possibile de sti merregani, insomma se pensare quello che dici tu significa essere razzisti ebbene allora
SONO RAZZISTA SONO RAZZISTA SONO RAZZISTA
e me ne strafotto di chi la pensa diversamente da me.

Dumdumderum ha detto...

@Vincenzo
Come ho detto, e come giustappunto sottolinei, non me ne frega un cazzo di quello che i criticoni possono dire solo per dare aria ai denti - o per tenere in esercizio le dita sulla tastiera. Non è che l'alligatore abbia scoperto l'acqua calda, con quello che pensano i merrrregani del resto del mondo; ma almeno l'ha reso abbastanza esplicito da spingerci a riflettere su chi stiamo scopiazzando (male, tra l'altro) da fin troppi decenni.