martedì 7 febbraio 2017

Contro

Questa è la parola chiave della politica, non solo italiana, ma a livello globale: contro. Bisogna dare contro all'avversario, bisogna corcarlo di merda, va distrutto, perché se vince l'avversario son cazzi amari. Nei programmi politici di tutte le forze cosiddette "moderate" l'unico punto ormai presente è questo: dagli giù all'avversario. Non mezza parola su cosa fare in caso di vittoria; non un programma propriamente detto, niente su come gestire i temi caldi (sanità, istruzione e cultura, infrastrutture, lavoro, pensione, benessere sociale), non mezza parola su come risollevare l'economia che va a rotoli, non mezza virgola su come risolvere problemi dovuti alla globalizzazione selvaggia come il flusso di migranti da zone disastrate del pianeta. No, l'unica cosa davvero importante è che l'avversario non deve vincere a nessun costo!
Ma poi quindi è così stupefacente che individui variamente fascistoidi riscuotano un successo così incredibile? C'è da meravigliarsi perché negli stati appiccicati di merrrrega è andato su un gran fanfarone(*) razzista, omofobo, maschilista e qualunque bell'attributo gli si voglia appiccicare? C'è da sgranare gli occhi perché in europa (minuscola d'obbligo) stanno andando per la maggiore la Signora Fascistona in Francia, l'insetto straparlante e il maschio alfa dei baluba verdi qui da noi, un ultranazionalista in Germania? C'è da mettersi a ululare alla luna perché il primo ministro britannico è pure lei una ultranazionalista? È tutta gente che ha promesso (promesso, badate bene) di fare qualcosa. L'elettore medio non è più in grado di distinguere le cialtronate elettorali dai fatti, quindi questi personaggi fanno man bassa di consensi. Fintanto che tutti gli altri si limiteranno al "contro", questi qui avranno gioco facile! A questo punto deve uscire allo scoperto qualche forza politica, magari (e auspicabilmente) trasversale, che lasci perdere la bagarre con gli avversari e metta davvero mano al sistema, e che si riveli degna avversaria dei fascistoidi!

(*) Il quale, va detto, si sta mettendo contro perfino l'industria tecnologica locale, il che ci permetterebbe di valutare la sua durata seduto su quel trono molto probabilmente in settimane...

2 commenti:

iacoponivincenzo ha detto...

Metti due volte il dito nella piaga. Innanzitutto perché TUTTI nuotano contro, cioè Tutti contra Omnes? Perché distruggere ciò che fa l'avversario (direi il nemico) è molto più facile che proporre qualcosa di nuovo da fare, un programma decente insomma. NON HANNO UN'IDEA DI MERDA CHE È UNA, per questo danno addosso agli altri. Pensa al cazzaro, che aveva promesso di cambiare l'Italia rivoltandola come un calzino. La prossima manovra sarà di 25 miliardi di euro, la più alta di tutte, guarda un po' come l'ha cambiata l'Italia, in peggio. E ancora cerca consensi perché convinto di avere a che fare con dei poveri coglioni come lui.
Seconda volta, oppure secondo dito. Tu auspichi l'avvento di una forza politica SERIA, fatta da gente capace. In Italia? E dove sono i veri capaci? E se fossero capaci pensi che spenderebbero le loro forze per la Nazione? E pensi che i gonzi li voterebbero? L'ondata di merdaioli tracotanti e buoni a un cazzo si è sollevata nel mondo da un bel po'. È un male comune. Non si era mai visto un Presidente merregano nei suoi primi 100 giorni, dire e fare tante cazzate, e soprattutto fare la figura di merda che ha fatto questo qui. Licenzia la ministra da lui stesso scelta, ma non può opporsi contro un giudice federale che gli sbatte sul muso la sua pochezza. Non si era mai assistito ad una contestazione così sprezzante di un Presidente. Vedrai in Francia con la penna e il pennino, in Germania dove Angela dal grande cuore per i diversi sta già tremando. Vedrai da noi che bel casino.

Dumdumderum ha detto...

@Vincenzo
La mancanza di idee è un punto fondamentale, direi. Se avessero idee, appunto, non farebbero i bambini dell'asilo a darsi contro gli uni con gli altri. Sulla questione del consenso, ci siamo tenuti per vent'anni il padre spirituale del cazzaro, quindi la vedo grigia sul fatto che il cazzaro stesso non l'ottenga. Sul presidente merrrregano, come ho detto s'è messo contro la Silicon Valley - e questo da quelle parti è quasi un delitto da pena capitale!