venerdì 10 febbraio 2017

La faccia come il culo

La cazzovisione di stato ormai è talmente caduta in basso che ogni volta peggio di così sembra non poter andare - eppure ogni volta riesce a scavare sul fondo del baratro per calare ancora di più! A nemmeno un mese dalla tragedia dell'Hotel Rigopiano seppellito da una valanga, cosa ti vanno ad annunciare? Che ti faranno una fizzzzzzion di quattro puntate sulla tragedia!
Cioè: i parenti delle vittime sono ancora lì che le piangono e questi pensano bene di cavalcare l'onda facendoci su una porcata di sceneggiato (e chiamiamo le cose col loro nome, cazzarola!) magari pure interpretato dai soliti cani randagi che stanno alla recitazione come gigidalessio alla musica - ma questo è un altro paio di mamutande.
E sono riusciti a estorcere al popolo italiano (che, comunque, già lo pagava prima: la schifovisione di stato non ci ha guadagnato un centesimo bucato da questa estorsione) il pagamento del canone sulla bolletta elettrica! Noi paghiamo una cricca di cinici bastardi disposti ad approfittare della morte di una trentina di persone, ancora fresca fresca, in nome del Dio Denaro, della Dea Odiens (italianizzazione voluta) e del Dio Scièr (idem)! A questo punto, il popolo italiano deve indire una class action nei confronti della sblurpovisione di stato e farsi restituire decenni di canone indebitamente percepito! Quanto ai parenti delle vittime, auguro loro di trovare la maniera legale di bloccare l'ennesimo scempio compiuto in nome della pubblicità costi quel che costi.

6 commenti:

MikiMoz ha detto...

Ma cosa ci sarà da dire in quattro puntate?
Guarda, dal punto di vista umano la questione è terribile, la vedo come te: puro sciacallaggio.
Dal punto di vista cinetelevisivo è importante invece per due questioni:
1- romanzeranno il tutto, magari con l'eroe (tipo Bova) che fa il soccorritore, la cui vita si intreccia con quella degli sfortunati da soccorrere?
2- dove lo gireranno? Come? E soprattutto, come faranno a replicare il disastro? Non siamo a Hollywood, i budget qua son quello che sono e il rischio è di vedere -oltre alla sciacallaggine- una cagata... :)

Moz-

iacoponivincenzo ha detto...

Il luidume in cui sguazza la cosiddetta televisione di Stato non deve provocare né sdegno né meraviglia. Per loro tutto è normale, tutto fa brodo. Batti il ferro finché è caldo, tanto di qui a questa estate la gente avrà dimenticato quella tragedia. E noi RAI TV rivitalizziamo la memoria.
Merda! Basta pensare che la prima serata di San Remo -non lo sto vedendo, ma hanno mostrato sta scena in tutti i telegiornali- per farsi perdonare i miliardi che alla fine sarà costato han portato sulla scena dell'Ariston quei signori della Guardia di Finanza e della Protezione Civile che erano intervenuti a Rigopiano, perfino un cane da ricerca. E tutti giù ad applaudire e Gentiloni esultava e Minniti e tutti quei grulli del governicchio Renzi bis.
Faccia come il culo, sporco di merda.
A chi serve San Remo? A quei quattro morti di fame che per un anno aspettano sto baraccone col moderno burrattinaio Carlo Conti. Che idea geniale hanno avuto in RAI! Mettiamo insieme il nostro number one con la number one di Mediaset e vedrete che udience! Proclamano di aver battuto ogni record, ma io non ci credo. Lo avevamo sempre visto, noi, ma questa volta NON lo vogliamo vedere. Mi risulta che tanti lo stiano boicottanto. Su whats app circola un avvertimanto a boicottare San Remo, con migliaia di adesioni.
Queste sono come le informazioni sulla Raggi. Io ho le mie nipoti, maestre, che mi ragguagliano. Intanto niente più immondizia nelle strade romane -e nessuno ne parla- a turno vengono prese le strade periferiche, una alla settimana, e lì vengono convogliati TUTTI i pochi mezzi a disposizione per coprire le fatidiche e famigerate buche. Nessuno ne parla. La situazione delle maestre elementari del Comune e delle maestre d'asilo è migliorata per turni e trattamento economico. Nessuno ne parla.
Si parla adesso di un presunto amante della Raggi. E chi cazzo se ne frega.
Chiedo: se la Raggi avesse approvato la richiesta dell'Olimpiade romana li avrebbe avuti tutti contro? Io so solamente che ad ogni apertura di TG la prima e più nutrita serie di notizie riguarda le malefatte della Raggi.

Dumdumderum ha detto...

@MikiMoz
Le fizzzzzzion della smerdovisione di stato, salvo poche notevoli eccezioni, sono tutte iper-romanzate all'inverosimile e fanno cagare. E questa, appunto, è pure sciacallaggio.

@Vincenzo
M'incazzo solo perché mi tocca pagarli, 'sti fetenti.

cristiana2011 ha detto...

Che faccia di 'tolla', diciamo qui al nord.
Come si fa a sorvolare cinicamente sulle disgrazie altrui?
Mi auguro che le vittime, quelle viventi, di quella tragedia si oppongano, a meno che un bel cachet...
Cri

Zio Scriba ha detto...

A quanto pare sarà pure peggio, come intenzione: un’esaltazione strappalacrime e demagogica dei Soccorsi. Perché l’italia è un curioso paese in cui ci si stupisce che dopo una catastrofe arrivino i Soccorsi (c’è chi è arrivato a sbandierarli con orgoglio patriottico in funzione anti-vignettismo satirico francese!) . E dove si chiamano “Eroi” i (bravi) soccorritori che fanno, se dio vuole, il mestiere per cui sono addestrati e pagati.

Dumdumderum ha detto...

@Cristiana
Davvero. Ma nemmeno di fronte a un cachet miliardario, se io fossi parente di una delle vittime, accetterei di lasciarli mettere in piedi una puttanata astronomica del genere. Si trattasse di un buon film equilibrato, magari di denuncia di tutti i fattori che hanno condotto a quella tragedia, può essere; ma uno sceneggiato iperromanzato (magari con una di quelle insulse storie d'amore false come una banconota da 80 euro) mai.

@Zio Scriba
Finirà così, di sicuro. Al di là del fatto che per me qualcuno che svolge per propria scelta un lavoro pericoloso a beneficio della comunità, e che non verrà mai pagato abbastanza, è un eroe per definizione; comunque, chiaro che i soccorritori non vengono visti come un elemento fondamentale della società da dare per scontato, ma come degli alieni venuti fuori da chissà dove. Del resto, l'Italia è l'unico paese al mondo dove ti tocca pure di ringraziare se qualche automobilista ti lascia passare sulle strisce pedonali, e s'offende se non lo ringrazi - come se qualcuno dovesse ringraziare perché non hai rapinato una banca, o perché non gli hai accoltellato la suocera nella vasca da bagno... insomma, per aver rispettato la legge.