martedì 4 aprile 2017

Sulla merdovisione di stato

Vignetta di Michele Giunta (originale qui)

Un'estorsione del genere potrebbe (!!!!!) essere capita (non giustificata, in ogni caso) se la puttanvisione di stato fornisse un servizio degno di questo nome; ma cosa ci offre?
- Pubblicità;
- Quei tolc sciò (o come si scrive quella roba lì) alla brunovespa con totale slurpaggio di culo al potente di turno;
- Pubblicità;
- Quei realiti sciò (idem come sopra) falsi come una moneta da 3,57 euro;
- Pubblicità;
- Quelle fizzzzion contorte, allucinate, totalmente basate sul chi va con chi e su chi fa le corna a chi, recitate da "attori" al cui confronto Chuck Norris è umano, noiose come il mal di pancia, del tutto inguardabili, che vanno avanti per n stagioni con n quasi sempre superiore a 10, peggiorando (sì, non c'è limite al peggio) stagione dopo stagione;
- Pubblicità;
- Altre fizzzzion biografiche, talmente iper-romanzate da rendere completamente irriconoscibile il personaggio di cui parlano (sono riusciti a massacrare Adriano Olivetti, Rino Gaetano, Dalida, e tanti altri...);
- Pubblicità;
- Quei pochi eventi sportivi su cui ancora riescono a ottenere i diritti, talmente inframmezzati di pubblicità, di messaggi promozionali, di spottini e spottoni, di testi in sovrimpressione con tanto di ding scassapalle, da rendere impossibile goderseli;
- Pubblicità;
- Telegggggggggiornali che non sono poi così diversi dai tolc sciò di cui ho parlato sopra;
- Pubblicità;
- Qualche vecchio film nella proporzione tre minuti di film e venti di pubblicità, che ovviamente tagliano via quei venti minuti di film dato che bisogna (ma solo coi film) stare dentro i tempi;
- Pubblicità;
- Giochi a premi che fanno cascare le palle (hanno abolito quello dei pacchi? Uah uah uah, grasse risate. A me sembra che l'abbiano degnamente sostituito con una paccata ugualmente inguardabile);
- Pubblicità.
Cioè: siamo obbligati a pagare il canone a un cosiddetto servizio pubblico che è diventato un clone malfatto della peggior televisione privata del mondo (che sarebbe Merdaset)? Roba da chiodi!

6 commenti:

Zio Scriba ha detto...

La cosa più insultante, per la nostra intelligenza, è che debbano continuare a chiamarlo Abbonamento invece di Tassa. Mio padre lo paga da quasi un secolo, ma saranno vent'anni che non guardiamo un solo fotogramma dei loro canali! (E non certo per guardare mediaset, sia chiaro... :D)
Possibile che nessuna associazione di consumatori si batta almeno per questo piccolo punto di principio? Uno si "abbona" a una cosa che sceglie, che gli piace e che gli interessa!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

E' la solita solfa: in teoria noi paghiamo il canone sulla prima televisione che acquistiamo e (sempre in teoria) non pagheremmo per vedere la Rai in quanto emittente televisiva come invece accade per Sky,

Insomma è come se tu pagassi un canone anche sulla prima lavatrice che compri. Questo è scandaloso, si dovrebbe stabilire che il canone RAI lo si paga in quanto ci si vuoei abbonare a quell'emittente proprio come si fa con Sky. Ed a chi non la vuole, e quindi non paga il canone, la RAI gli dovrebbe venire oscurata senza possibilità di vederla.

Ma ovviamente non lo faranno mai perché non hanno interesse ad essere giusti ed equi ma solo arraffoni e ladri.

Dumdumderum ha detto...

@Zio Scriba
A me sembra che le associazioni dei consumatori si impegnino soltanto su cause minori, non su quello che conta veramente: eh, sai, la vomitovisione di stato è in mano a personaggi potenti, io tengo famiglia, mica si può andarli a toccare. E, davvero, la smettano di chiamarlo "abbonamento": è un canone, cioè una tassa.
N. B.: Almeno, visto che ormai il pagamento è stato, ahem, automatizzato, la minchiovisione di stato l'ha piantata lì di scassarci il cazzo tutti gli anni da gennaio a maggio con l'eterno ritornello "Paga il canone, paga il canone, paga il canone" uno spot pubblicitario sì e l'altro anche.

Dumdumderum ha detto...

@Daniele
Hai rigirato il coltello nella piaga. Se ne facessero una "pay-tv" con tanto di smart card, canali criptati e blablabla, si accorgerebbero in fretta che della diarreovisione di stato non frega niente a nessuno e ci perderebbero le miliardate che invece guadagnano dal canone. Più comodo imporlo come tassa e mascherare la cosa col nome "abbonamento".

iacoponivincenzo ha detto...

Quando si parla di TV divento volgarissimo.
Semplifichiamo i programmi:
-Pubblicità
-Merda
-Pubblicità
-Merda
-Pubblicità
-Merda
_Pubblicità
-Merda
e via di seguito, ma solo Pubblicità + Merda.

Dumdumderum ha detto...

@Vincenzo
Io ho specificato il tipo di merda, ma è proprio quello che intendevo dire. :D