lunedì 3 luglio 2017

Asteroidi e organi di stUmpa

Riporto papale papale un titolo apparso su una di quelle testate (nei coglioni) che vogliono definirsi serie e che invece, come ormai da innumerevoli esempi riportati qui e altrove, si rivelano degli sparaballe a nastro solo per attirare clic - solo che in questo caso hanno fatto mostruosamente fiasco anche in questo.
«La Terra riischia di essere distrutta da unsteroide», la rivelazione choc
(Testuale, parola per parola, compreso il "riischia" con due i)
Yuppiiiiiii, abbiamo appena scoperto una nuova categoria di corpi celesti: gli "unsteroidi"!
Ma che cazzarola fritto è un "unsteroide"? Una raccolta di bufale gonfiate a steroidi?
Qualcuno mi dirà: sì, vabbe', è un volgare Orrore di stUmpa.
Col cazzo. L'articolo è pure stato aggiornato mantenendo la parola "unsteroide" così com'è, e in più hanno ripubblicato (sì, successivamente) lo stesso titolo perfino con lo stesso "riischia" sul Cinguettatore Folle.
Questo è il "giornalismo" moderno, gente. Poi si lamentano che perdono clienti? Chi è causa del suo mal pianga sé stesso!

Approfondimento (più che altro con immagini e il nome di quella testata-sempre-lì) in questo articolo del Disinformatico.

7 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Questo articolo, corredato oltre che di bufala di errori di battitura o ortografici non l'avevo visto ma la bufala l'avevo trovar anch'io. Da sganasciarsi, se non fosse che poi sui social ci sono coglioni che ci vanno a nozze e condividono, condividono, condividono… Condividessero….. censura :-))))

Riccardo Giannini ha detto...

Quando ho letto la testata sono rimasto sorpreso..pensavo fosse quelle finte testate tipo crimini degli immigrati, riscatto nazionale ecc.

Per me anche gli asteroidi si rifiutano di venire sulla terra, non vogliono sporcarsi :D

Dumdumderum ha detto...

@Daniele
Poco da fare per la coglioneria imperante sulle socialmerde - salvo il mio solito suggerimento: chiuderle e basta. Anche gli organi di stUmpa ufficiali, però, stanno diventando molto "social"...

@Riccardo
Se io fossi un asteroide, mi offenderei a morte a sentirmi definire "unsteroide" e mi precipiterei a estinguere quei primati spelacchiati. :D

iacoponivincenzo ha detto...

Non ho voluto approfondire andandomi a leggere la testata sui coglioni di turno: mi basta e avanza la notissia.
I crucchi dicono "fabelhaft", favoloso, non si poteva scrivere meglio sta cazzata. Dunque un clisteroide stava per inchiappettarci a tutti quanti; conteneva una massa enorme di lassativo liquido che avrebbe ridotto il nostro pianeta in men che non si dica in una gigantesca galattica cagata che avrebbe smerdato tutto il sistema solare, provocando una reazione a catena nelle galassie più prossime che si sarebbero tutte liquefatte con grandioso spernacchiamento puzzolente.
A parte ogni scherzo di pessimo odore, quando un asteroide alcuni mesi fa minacciava la terra -grandissimi titoloni dei soliti cazzari- si seppe poi che l'asteroide ara passato a 60 milioni di chilometri dal nostro sistema solare. Una bazzecola insomma. Oggi con internet anche i mocciosi come i miei nipoti ne sanno più di noi che dovremmo assumare informazioni dai giornalai dei quotidiani diarroici nazionali.

Dumdumderum ha detto...

@Vincenzo
Era proprio un clisteroide :D
Mi sa che i "giornalisti", però, mentono sapendo di mentire, sempre per tirare clic. Forse nel loro intimo si vergognano di certe astrominchiate - meglio, "unstrominchiate" - che sparano, ma visto che la linea editoriale è stabilita, appunto, dall'editore, che ha il coltello dalla parte del manico, devono stare zitti e pubblicare quella roba. Sai com'è: protesti e l'editore ti dice "Vai a menare le tolle da un'altra parte; dietro di te ho millemila milionardi di sfigati pronti a lavorare come schiavi per un euro all'ora.".

Alberto ha detto...

Avevo visto anch'io e sono trasalito.
Bisognerebbe accusarli di terrorismo psicologico perché le menti labili sono sempre di più.

Dumdumderum ha detto...

@Alberto
Questo è niente: quando parlano di clima (e s'inventano le "bombe d'acqua" per parlare degli acquazzoni estivi, oppure ti smenano che questa è l'estate più calda dei soliti proverbiali 150 anni, o l'inverno più freddo a seconda di quale sia la stagione attuale, o altre cazzate inverosimili su questa falsariga) dovrebbero prendersi una tonnellata e mezza di denunce per terrorismo psicologico. D'altronde, è tutto una "notizia choc", "terremoto" di qua, "catastrofe" di là, anche su notizie che non hanno niente di sensazionale. Tutto sempre invariabilmente per tirare clic, ascolti o vendite, a seconda del tipo di testata.