lunedì 13 novembre 2017

Frittura di cervelli

Si direbbe che il Tomo delle Facce di Merda venga attaccato perfino dal suo stesso interno. Il primo presidente (e cofondatore) del TFM, Sean Parker, ha detto chiaro e tondo che la socialmerda più merda di tutte danneggia il cervello dei suoi utenti, soprattutto i più giovani. Un pentimento ipocrita, direbbe qualcuno: prima Parker s’è fatto i miliardi col TFM, adesso lo accusa. Sia come sia, è un pentimento tardivo ma che innescherà molte discussioni. Non da parte dei webeti, nooo: quelli continueranno a sparar minchiate sul TFM come hanno sempre fatto (e c’è da considerare il fatto che avevano già di partenza ben poco da danneggiare…); tuttavia, da parte di persone un po’ più serie potrebbe giungere una presa di posizione contro il TFM. Se anche il suo ex presidente si rende conto, tardivamente, d’accordo, di quanti danni la socialmerda per eccellenza sia in grado di provocare, e soprattutto se afferma che era già stata progettata per quello scopo fin dall’inizio, forse sarebbe davvero il caso di chiuderla, non trovate?

Tra l’altro, Parker non è mica il primo pezzo grosso del TFM a dargli contro dall’interno. Altri ex impiegati del TFM ora manifestano un senso di colpa (articolo qui, in lingua originale – ma mi mancano tempo e pazienza per mettermi lì a tradurlo). Cioè, si rendono perfettamente conto di quanti danni il TFM stia combinando al mondo! E zuckaputridaberg, quel bastardo approfittatore che mente sapendo di mentire, non si sente neanche un briciolino in colpa? Spero proprio che la sua azienda, ormai divenuta un vero e proprio impero finanziario, gli crolli tutta assieme sulla testa!

4 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Danneggia questi giovani cervelli forse anche perché non sono poi così "cervelli". Resta il fatto che fb si approfitta di queste menti giovani ed influenzabili e questo è vergognoso.

Dumdumderum ha detto...

@Daniele
Come ho detto, se uno è webete di partenza ha ben poco da danneggiare. Però ho visto persone una volta ragionevoli diventare webeti proprio grazie all'influenza del TFM. Sia come sia, "circonvenzione d'incapace" è l'accusa MINIMA che rivolgerei a zuckamarciaberg.

iacoponivincenzo ha detto...

Se tutti facessero come me andrebbe forse meglio, ma non lo so. Io all'inizio ho aperto un sito su facebucche ma non mi è mai piaciuto. Solo che davo l'amicizia a tutti quelli che me la chiedevano e adesso ho circa 800 amici e non ci vado mai. Non ne accetto più e non ne do più, ma oramai sto lì come al camposanto. Chi vuole può venire e non trova che una pietra con sopra scritto un nome. Nemmeno foto, niente, alla tedesca.

Dumdumderum ha detto...

@Vincenzo
Ho tagliato il problema alla radice: non mi sono mai fatto l'account sul TFM. Approfitto degli amici che ogni tanto mi mandano qualche perla per sputtanare la socialmerda, tutto lì.