martedì 19 giugno 2018

Cosa si diceva sulle leggi razziali?

Non mi piace essere facile profeta in casi come questo. Col maschio alfa dei baluba verdi, che a quanto pare si è autonominato duce, si paventava il rischio della reintroduzione delle leggi razziali – e puntualmente, anche se al momento è solo una proposta da parte sua, questo si sta verificando.

Si comincia con la schedatura dei rom. E vabbe’, direte, i rom. Ma dalla schedatura dei rom si passerà molto ma molto facilmente alla schedatura di chiunque non si conformi ai ristretti schemi mentali del baluba verde. Il che vuol dire che chiunque è a rischio di vedersi schedato! Hai un lontanissimo antenato che non era di qui? Schedato. Hai un cognome non proprio italiano? Schedato.

Da qui alla reintroduzione di un pieno regime fascista il passo è breve. Qualcuno fermi, anche a forza bruta, quell’emerito demente!

9 commenti:

Cristiana Marzocchi ha detto...

Chi vuoi che lo fermi, la maggioranza è come lui. Ci vorrebbe un kamikaze, ma qui non si usano.
Ne ho parlato anch'io, ironicamente.
Cri

Dumdumderum ha detto...

@Cristiana
La "sua" maggioranza. Bastano altri 2 partiti, grUllini inclusi, a stopparlo lì - se l'Ammazzacongiuntivi avesse le palle, beninteso. Quanto al kamikaze, mi sa che i tempi sono quasi maturi anche da noi...

Andrea Consonni ha detto...

I grillini su sinti, immigrazione, giustizia, carceri, sfruttamento, economia, Putin la pensano come Salvini e anche molti di sinistra probabilmente, basta pensare a Minniti. Oggi tornando in Italia ero in un bar del mio paese e il 99% era d'accordo con Salvini.
Io sono forse uno dei pochi che proprio per esperienza concreta mi sento vicino ai sinti, ai rom o a come cazzo li si voglia definire. E questo valeva anche per mia madre che era molto amata dalle donne delle carovane. Incredibilmente una donna respingente, durissima e chiusa come mia madre riusciva sempre a stabilire con loro rapporti e relazioni. Ogni volta che tornavano facevano in modo di salutarla.

Mia Euridice ha detto...

Perché che ti aspettavi?
Sai, da una parte sono contenta che Salvini faccia il Salvini perché metterà perfettamente in luce il suo cervello malato. Magari molti di quelli che l'hanno votato prima o poi finiranno vittime del suo maniacale nazismo. Perché quello che vuole fare e farà è puro, nitido, spietato nazismo.

Dumdumderum ha detto...

@Andrea
Io non approvo i comportamenti dei rom, che compiono le peggiori nefandezze nascondendosi dietro il dito del "fattore culturale", ma questo non significa che sia d'accordo con un estremista come il maschio alfa dei baluba verdi. C'è modo e modo di far capire ai rom che stanno sbagliando.

@Mia Euridice
Non mi stupisce che lui si comporti in quel modo: non è uscito di un millimetro dal suo ben noto ristrettissimo schema mentale. Il grosso problema è che non solo quelli che l'hanno votato si troveranno schiacciati sotto il tallone di un nuovo regime fascista, ma anche quella stragrande maggioranza di gente che non l'ha votato, incluso il sottoscritto. Quindi, occorre davvero fermarlo (in qualunque maniera, ribadisco, anche se mi si torcono le viscere al pensiero della violenza) prima che arrivi a dichiararsi ufficialmente duce.

Carlo Calati ha detto...

evidentemente Salvini non ha mai letto Brecht (o chi fu il reale autore delle parole): prima di tutto vennero a prendere gli zingari...
massimolegnani

Dumdumderum ha detto...

@massimolegnani
Probabilmente è apocrifo, ma in ogni caso ho i miei dubbi che il maschio alfa dei baluba verdi sappia leggere, post razzisti sul Tomo delle Facce di Merda a parte.

iacoponivincenzo ha detto...

Ragazzi, non esagerate. Gli inizi del fascismo sono stati ben diversi. Quel fascismo è morto e sepolto e Matteo Salvini non è Benito Mussolini e a quei tempi non c'era nessun altro esempio di dittatura, mentre oggi c'è.
Salvini non ha l'eloquenza del Duce, para fuori quello che gli viene sulla punta delle lingua, forse se ne frega dell'effetto che le sua parole provocano, non è diplomatico ma spesso abbiamo visto -quasi sempre nel governo precedente- la diplomazia coniugata insieme all'ipocrisia.
Non mi vergogno a dire che a me sta bene parlare sul muso a certa gente, che dà del vomitevole all'aver vietato l'approdo ad una nave che in tutta sicurezza trasporta 629 profughi con una nave della Guardia Costiera che le fa da scorta in un mare calmo con assistenza medica e viveri e acqua, trascurando quanto fatto a donne incinta, fatte crepare, ai ragazzi cui furono tagliate le suole delle scarpe -INAUDITO- e l'invasione di poliziotti armati in territorio altrui. Il baby deficiente che ha bisogno di sua nonna omette dall'esprimere un giudizio sulle sue porcate.
La France è ancora succube de la grandeure de Napoleon, questo è il guaio.
Ma il guaio nostro è che la stampa e la TV è scorretta e troppo maliziosa: il tentativo di spaccare questa coalizione per far saltare questo governo quello sì che è vomitevole, e visto che Di Majo si defila si aggredisce quello dei due che si sapeva come si sarebbe comportato.
E adesso dite che sono un fascista, non me fotte niente. Non sono un fascista, ma soprattutto non sono un coglione che preferisce tirarsi giù la brache di fronte ad Angela Merkel e al pupazzetto francioso. Non ho votato Lega ma lo farò di sicuro la prossima volta.

Dumdumderum ha detto...

@Vincenzo
Appunto: hai rigirato il coltello nella piaga. Il maschio alfa dei baluba verdi non ha le palle per essere un dittatore sanguinario, quindi, con la sua incompetenza totale, combinerà molti più danni. Come ci dice il famoso diagramma del professor Cipolla, il baluba è nel quadrante con due segni meno: è l'idiota che danneggia sé stesso e gli altri, quindi, un danno totale da cui non riusciremo più a venire fuori - proprio come l'imbecille francese, va detto. Il vero e unico dittatore sanguinario che abbiamo avuto invece era nel quadrante più-meno: vantaggi a sé stesso e danni agli altri, cioè era un grandissimo figlio di mignotta.