giovedì 8 novembre 2018

Quando l’assassino è un italiano

… nessuna reazione, né dai media, né da parte dei membri di questo “governo” di razzisti.

Violeta Senchiu, 32 anni, 3 figli, arsa viva dal proprio compagno, un italiano di 48 anni. Va bene, la legge ha fatto il suo corso, l’assassino è stato giustamente arrestato e si farà i suoi begli annetti di galera. La legge funziona, almeno quella.

Come ho detto, però, silenzio assoluto da parte dei nostri politicanti da strapazzo. Soprattutto il baluba verde: per lui gli unici criminali sono quelli con la pelle scura – tutti, indistintamente – mentre quelli con la pelle chiara sono tutti dei santi, a prescindere dall’evidenza dei fatti, come in questo caso.

E gli organi di stUmpa? Idem. Incancreniti come sono sulle idee del baluba verde, passano sotto silenzio il fatto che continuo a ribadire: essendo gli stranieri il 6% della popolazione, ed essendo la percentuale di teste di cazzo sul totale sempre la stessa, si evince che il 94% di chi finisce in carcere è italiano!

Violeta è morta, nessuno l’ha uccisa – e così la uccidono due volte. Si può biasimare il fratello se ha giurato vendetta? Io però gli consiglierei di indirizzarla non al suo assassino, ma ai suoi mandanti morali – perché se dovrà finire in galera ci finisca per aver fatto un favore al mondo! Lo so che suona drastico, ma ormai la mia esasperazione con certa gente ha superato i limiti dell’umana decenza.

Un articolo di approfondimento di NextQuotidiano.

8 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Anch'io ho rilanciato questa terribile notizia, purtroppo è stata ignorata.
Saluti a presto

Dumdumderum ha detto...

@Cavaliere oscuro del web
Quello è il problema: ce la rimpalliamo tra noi quattro blogger spelacchiati. E vabbe', qualcuno li seguirà pure i blog, ancora adesso, no?

iacoponivincenzo ha detto...

Il fatto è che un bianco che ammazza una bianca non fa notizia in questa landa di stupri e di femminicidi, ma un negro che ammazza una bianca è uno scoup.
E poi, diciamocelo, a noi piace sentircelo raccontare mentre il contrario non ci piace proprio. Di che vi lamentate? Questo è il "nuovo mondo" il mondo del web, dei social, oramai ci siamo dentro come uno stronzo nel culo.

Dumdumderum ha detto...

@Vincenzo
Lo stronzo facciamolo uscire, va' - altrimenti si va in blocco intestinale. :D
Il web è solo uno strumento usato a sproposito; chi ci vomita stronzate sono la solita manica di beceri razzisti, media inclusi: quelli che uccidono una seconda volta donne come Violeta.

Mia Euridice ha detto...

Ho letto la notizia della morte di Violeta e, per modalità e violenza, mi ha angosciato.
La sua morte non "rende" abbastanza dal punto di vista mediatico per cui i grandi media l'hanno consapevolmente ignorata. Mettici che la TV di Stato adesso è governata da chi sappiamo e il gioco dell'oblio è fatto.

Dumdumderum ha detto...

@Mia Euridice
Non (puah) rende perché l'assassino è un italiano. Fosse stato un africano, ci sarebbe stato un tamtam mediatico infinito.

Mia Euridice ha detto...

Strumentalizzazioni. Fanno comodo alla causa.

Dumdumderum ha detto...

@Mia Euridice
Già. Fanno davvero comodo a qualcuno.