mercoledì 25 settembre 2019

’Sta brexit non s’ha da fare

E comunque l’emulo britannico di mister gatto-in-testa (sembrano gemelli separati alla nascita, tra l’altro) in poche settimane passate a occupare la cadrega di primo ministro ha accumulato tante di quelle figure di merda che andarsene via dai coglioni adesso gli permetterebbe almeno di salvare quel poco che resta della sua faccia – ma non lo farà: è un altro come il baluba, che ha dovuto essere cacciato via a calci in culo.

La Corte Suprema britannica, che a differenza di qualunque istituzione nostrana può permettersi di mantenere le maiuscole, ha dichiarato all’unanimità – all’unanimità, ripeto, quindi tutti i suoi componenti, di qualunque partito facciano parte, hanno detto un sonoro NO – che la sospensione del parlamento è illegale, e che quindi il parlamento stesso può – e deve – riunirsi al più presto.

I britannici qui si sono rivelati molto più furbi di quei loro figli degeneri d’oltreoceano: al loro scuoiagatti hanno sbattuto le porte in faccia subito, prima che facesse precipitare la sua stessa nazione in un baratro senza fondo. Avessero trovato una Corte Suprema così determinata anche negli stati incollicchiati di merrrrega! Di occasioni per impicciottare il loro bresidende ne avrebbero trovate a paccate! Ma vabbe’, quello lì durerà ancora solo pochi mesi e poi se ne andrà dai coglioni anche lui.

2 commenti:

cristiana marzocchi ha detto...

Mi piace il modo in cui descrivi le bambanate che commettono quei due rovina-mondo, perché riesci ad essere divertente parlando di M... allo stato puro.
Cri

Dumdumderum ha detto...

@Cristiana
Un pizzico d'ironia non guasta mai, no? Personaggi come quelli sarebbero davvero pericolosi se non fossero i buffoni che sono.