mercoledì 9 ottobre 2019

Quando non si hanno mafiosi a casa propria

… arrivano le sentenze castranti nei confronti dell’Italia, che invece ne è fortemente afflitta.

La legge sull’ergastolo duro ai mafiosi è stata bocciata da quei pazzi irresponsabili dell’ugnione europppea (che si stramerita le minuscole e le storpiature). I casi sono due: o la mafia li ha comprati, tutti quanti, dal primo all’ultimo, o sono totalmente rincoglioniti – o, come mi suggerisce la vocina maligna, sono stati così rincoglioniti da farsi comprare.

Roba da chiodi. Poi hanno il coraggio di lamentarsi dell’antieuropeismo rampante che ormai sta dilagando in molti stati.

Se davvero avessero a casa loro la recrudescenza di mafiosi che infestano l’Italia, forse certe sentenze non se le sarebbero neppure sognate di notte.

3 commenti:

cristiana marzocchi ha detto...

Siamo talmente in sintonia che mi ha sfiorata l'idea che potremmo essere telepatici.
Cri

Mia Euridice ha detto...

La mafia è un problema europeo ormai da anni.
Peccato che a molti non piaccia nemmeno immaginarlo.
Quando vorranno correre ai ripari sarà tardi.

Dumdumderum ha detto...

@Cristiana
O vinciamo troppo facile con certe situazioni.

@Mia Euridice
Davvero; però secondo il vecchio obbrobrioso stereotipo italiano=mafioso quello è un problema esclusivamente nostro, che non tocca lorsignori. Quando le loro mafie smetteranno di tenere un basso profilo e cominceranno a mostrarsi tracotanti e a mietere vittime alla luce del sole, ecco, hai ragione: sarà davvero troppo tardi.